Raccolta differenziata di Davide Passoni. Poesia Turbo Pop!

Intervento di Stefano Donno

“Raccolta Differenziata” è la prima pubblicazione di Davide Passoni edita da Miraggi Edizioni.

Volume agevole di 40 poesie scritte tra il 2002 e il 2018, seguendo quella che è la vettorialità editoriale che appartiene a mio avviso in maniera genetica al poeta, sempre in bilico (fortunatamente in bilico) tra l’azione performativa, la declamazione tout court, e l’atto recitativo della parola poetica.

Piccolo aneddoto di gossip editoriale, “Raccolta differenziata” è il sequel di “Letture del gas”, una piccola pubblicazione originalissima in autoproduzione di poesie, aneddoti e racconti, confezionata in formato bolletta e spedita via posta ai lettori.

Davide Passoni e la sua esplosione di energia

Trovata a dir poco geniale. Raccolta Differenziata dunque è il primo libro edito di Davide Passoni. “La cosa che mi colpì di più la prima volta che vidi Davide esibirsi sul palco e che ancora mi colpisce è l’esplosione di energia che scaturisce dal suo modo fisico di muoversi e di recitare. E questa energia la ritrovo anche nei testi contenuti in questo libro.

Ora che finalmente sono solo a casa mia e posso leggerli in piena libertà con la voce che voglio, è un’esperienza forte. Provateci anche voi.” (scrive Guido Catalano nella prefazione).

Sono d’accordo anche con la questione della fondamentale importanza del ritmo nel modo di scrivere di Passoni proprio come indica argutamente Paolo Agrati nella postfazione all’opera, dove tra l’altro evidenzia come occorre pensare a questo libro come ad un prodotto in 3D, con tanto di dolby surround 5.1, perché tale e tanta la forza del dire che le pagine non bastano e il supporto editoriale insufficiente.

D’accordo … Davide Passoni è uno slammer, e talvolta questo in certi salotti bene della letteratura contemporanea non depone a suo favore, quasi che uno slammer non possa essere un poeta, perché se virtuoso sul piano della parola recitata agita e detta, potrebbe risultare minus nella metrica e nello stile.

Ovviamente inutili pregiudizi perché una volta letto “Raccolta differenziata” ci si renderà conto che di poeta si tratta, di slammer si tratta, ad altissimi livelli. Non so se Passoni sia Avant Pop, Post Pop, Turbo Pop, ma di certo tutto un bagaglio iconico (azzarderei total nerd) anni 80/90 come suo/nostro patrimonio culturale lo ha riversato in questa pubblicazione, che sa e vuole anche assaporare le profondità e gli abissi del quotidiano a volte popolato da zombie a volte da miserie, frames di films, a volte da ipocrisie, in un viaggio eccezionale e cannibalico che divora tutto sentimenti, angosce, paure, ironie, scherzi del destino, ricordi, famiglia.

Poltiglia acida puntualmente fagocitata dal mercato dello spettacolo e dell’infotainement che non perdona! Leggetelo e vi sazierete di grande poesia

Info https://www.miraggiedizioni.it/prodotto/raccolta-differenziata/

Potrebbero interessarti anche