Ragazza perde la vita dopo un tuffo nel lago di Garda

Alcuni minuti sott'acqua si sono rivelati fatali

Silvia Doriguzzi, una ragazza di soli 19 anni originaria di Pieve di Cadore e residente a Lomgarone, ha perso la vita nella nottata di ieri a Peschiera del Garda, in provincia di Verona. La Doriguzzi si trovava in quella zona perché a breve avrebbe dovuto iniziare un lavoro come barista in un locale della zona (il Filò di Peschiera del Garda).

Silvia si è tuffata, dopo una festa con alcuni amici, nel lago di Garda. Dopo il tuffo, però, non è più riemersa. In soccorso della ragazza è intervenuto un ispettore della Polaria di Villafranca di Verona, libero dal servizio, che l’ha portata a riva. Immediatamente, dopo aver assistito al tuffo, l’uomo ha allertato i Carabinieri della zona.

- Advertisement -

La ricostruzione dell’accaduto

La pattuglia ha immediatamente iniziato le ricerche nella zona assieme ad un amico della ragazza, e l’hanno individuata esanime, sotto ad un pontile. I soccorritori hanno coadiuvato l’ispettore della Polaria, e successivamente hanno riscontrato un arresto cardiaco in corso ed hanno iniziato le manovre per la respirazione artificiale, per 10 minuti ininterrotti.

All’arrivo del 118, i sanitari hanno continuato la manovra per altri 20 munuti al fine di riattivare il battito cardiaco. Dopo alcune ore dopo esser stata portata in ospedale, al Pederzoli di Peschiera del Garda, in condizioni molto gravi, Silvia è morta.

- Advertisement -

Le indagini condotte successivamente hanno cercato di ricostruire le cause del decesso: Silvia probabilmente avrebbe abusato di sostanze alcoliche, anche se ancora da chiarire, e durante il tuffo nel lago ha sbattuto la testa. Ciò ha costretto la ragazza a restare sott’acqua per diversi minuti, divenuti fatali per la giovane.

Avetrana – Qui non è Hollywood

Disney+ ha diffuso il teaser trailer e il teaser poster della nuova serie originale italiana Avetrana – Qui non è Hollywood che sarà disponibile quest’autunno sulla piattaforma...