Ricostruzione delle unghie, come si fa

Le principali tecniche della ricostruzione delle unghie

Ricostruzione delle unghie
Ricostruzione delle unghie

Cosa è la ricostruzione delle unghie

La ricostruzione delle unghie è considerata una tecnica estetica. Questa viene utilizzata per abbellire le nostri mani, allungando le unghie, ma anche per rinforzarle e proteggerle. Per l’allungamento delle unghie si possono usare dei tip (punte d’unghia in plastica) che si attaccano con dei collanti speciali. Altrimenti si possono realizzare delle punte sia con il gel che con l’acrilico.

Nel caso si utilizzino gel o acrilico vengono usati delle cartine. Queste cartine si inseriscono sotto il margine libero dell’unghia. Le cartine, in pratica, fanno da supporto alla ricostruzione.

La ricostruzione delle unghie è sempre più utilizzata, non solo ai fini estetici, ma anche per risolvere problematiche come quella dell’abitudine compulsiva di mangiarsi le unghie, denominata onicofagia. Impariamo a riconoscere le patologie a livello ungueale.

Tale trattamento può essere effettuato anche in ambito domestico. I risultati sono migliori e di più lunga durata se la ricostruzione delle unghie è fatta da mani esperte e soprattutto con l’utilizzo di prodotto di qualità.

Come si fa la ricostruzione delle unghie

Si inizia sempre con una buona manicure.

Per prima cosa si disinfettano le mani, si sgrassa l’unghia. A seguire si limano le unghie   come si preferisce. Con un cuticle remover si tolgono le cuticole e si opacizza tutta la superficie dell’unghia limandola.

È necessario rimuovere la polvere della limatura. Successivamente si utilizza un primer perché l’adesione dei successivi prodotti(acrilico, gel, acrygel ) sia migliore.

Dopo il trattamento di ricostruzione unghie si lascia asciugare all’aria o al led o UV secondo il prodotto usato.

In commercio si trovano diversi kit preconfezionati per la ricostruzione delle unghie, secondo il tipo di prodotto che si voglia scegliere .

Nella ricostruzione delle unghie si possono utilizzare diversi prodotti:

  • Acrilico, in questo tipo di ricostruzione si utilizza un polimero in polvere con un monomero liquido, usati insieme formano una strato duro sull’unghia. Per quanto riguarda gli acrilici essi sono abbastanza resistenti ma poco elastici agli urti. Poiché induriscono rapidamente all’aria devono essere modellati velocemente durante la ricostruzione delle unghie.
  • Nella tecnica di ricostruzione con gel, la più conosciuta, si utilizzano appunto i gel. Essi sono sostanze viscose che polimerizzano (induriscono) con la luce UV o il led. I gel non hanno l’odore sgradevole degli acrilici. I gel sono considerati più ecologici rispetto agli acrilici. Inoltre i gel  hanno un effetto molto naturale. I gel differiscono dagli smalti permanenti poiché il gel rafforza e allunga l’unghia, mentre lo smalto semipermanente la colora. Sia il gel che lo smalto necessitano dell’utilizzo della lampada. Lo smalto semipermanente dura di più (2-4 settimane) rispetto ad altri smalti. Questo può essere utilizzato sia sull’unghia naturale che ricostruita.
  • Una terza tecnica di ricostruzione unghie utilizza l’acrygel. Esso ha caratteristiche sia del gel che dell’acrilico. Questo
  • ha una consistenza che si modella facilmente e per lungo tempo. Inoltre l’acrygel non cola durante il trattamento.
  • Altro prodotto è l’acrilico ad immersione. In questo caso sono previsti tre step per la ricostruzione delle unghie. Anche l’acrilico ad immersione si asciuga velocemente all’aria  e non ha il cattivo odore dell’acrilico.

Se questo articolo ti è piaciuto lasciami un like, grazie.

 

 

 

 

 

 

Potrebbero interessarti anche