Roma ferita, si sta preparando ai possibili nuovi scontri di sabato prossimo

int

La Città Eterna non si è ancora ripresa dalle devastazioni dei tifosi olandesi, che deve già prepararsi per nuovi possibili scontri.

Infatti, sabato 28 febbraio sono previste due manifestazioni a rischio nella Capitale.

Loading...

La prima è quella promossa da Matteo Salvini, il leader leghista, che sta facendo il giro delle principali piazze italiane ormai da tempo, portando avanti il suo tour “Renzi a Casa“. La seconda, invece, è quella di opposizione alla precedente, intitolata non a caso “Mai con Salvini“, che tenta di promuovere una cultura dell’accoglienza e della tolleranza nella città di Roma.

dentLe Forze dell’Ordine sono già state allertate, perché il Viminale e la Questura hanno paura di possibili inserimenti di gruppi armati violenti, all’interno dei cortei, che di nuovo potrebbero portare a scontri nel Centro storico cittadino.

Proprio per questo motivo il questore Nicolò D’Angelo non ha ancora dato l’autorizzazione al corteo di opposizione a Salvini e sta, in ogni caso, valutando l’ipotesi di una ridefinizione dei tragitti delle due manifestazioni, in modo tale da tenerle il più possibile distanti l’una dall’altra.

Roma, ferita nel cuore dagli scontri dei giorni scorsi, non ha alcuna voglia di fare di nuovo i conti con una violenza, della quale è da tempo spettatrice inerme e di fronte alla quale, soprattutto, cittadini e negozianti non sanno più come difendersi.