San Valentino, apre la casa di Giulietta

Un sogno che si realizzerà per le coppie innamorate di tutto il mondo.

Per la prima volta una delle case più visitate al mondo – la dimora di Giulietta a Verona – si trasforma in un alloggio per romantiche coppie innamorate. Costoro potranno trascorrere la notte di San Valentino. Il progetto di Airbnb, il portale di viaggio dopo l’esperienza del Louvre, ha deciso di aprire quest’iniziativa a Verona (diventata tappa delle altre 20 località scelte in tutto il mondo).

Grazie alla collaborazione del Comune della città sarà possibile unire il Club di Giulietta e lo chef stellato Giancarlo Perbellini.

Secondo il sindaco Sboarina Federico, grazie a questo evento sarà possibile avere una promozione internazionale. La casa di Giulietta sarà teatro di una campagna di comunicazione commerciale che porterà movimento turistico.

Anche i social network stanno pubblicizzando l’iniziativa unica al mondo. In questo modo sarà possibile raggiungere i più giovani ampliando il largo raggio. Il progetto vede una sponsorizzazione da parte dei Airbnb grazie ad una sovvenzione pari a 90.000 euro.


Il letto di Giulietta è stato realizzato dall’artista Renzo Mongiardino e utilizzato nella scenografia del film ‘Romeo e Giulietta‘ del Maestro Franco Zeffirelli. Il letto è una proprietà di Imperiale Services ed è esposto attualmente nella casa-museo di Giulietta.

Ogni anni sono migliaia e migliaia le lettere provenienti da tutto il mondo e sono indirizzate a Giulietta.

Questa tradizione è tenuta viva grazie alla ONG ‘Juliet Club’, il team composto da volontarie, conosciute al grande pubblico come le ‘segretarie di Giulietta‘, rispondono quotidianamente alle lettere d’amore provenienti dagli stati dei vari continenti.

Coloro che si aggiudicheranno la possibilità di ristorarsi a casa della giovane fanciulla. I candidati racconteranno nella lettera la propria lovestory e spiegheranno i motivi per cui saranno gli ospiti perfetti.

Sarà possibile inviare le candidature fino alle ore 23:59 del 2 febbraio 2020 sul sito airbnb.com.

Maria Carola Leone
Maria Carola Leone, classe 1990. Laureata in Lingue e Letterature Moderne dell’Occidente e dell’Oriente – Curriculum orientale (Arabo, Ebraico e Francese) con votazione 110/110 e lode. Parla correttamente 5 lingue: inglese, francese, spagnolo, arabo ed ebraico. Da sempre sostenitrice dell’arte e della cultura intraprende il suo percorso da culture-teller a 11 anni quando pubblica il suo primo articolo giornalistico sul quotidiano ‘La Sicilia’. Continua a scrivere fino a quando nel 2012 entra a far parte della condotta Slow Food 570 diventando Responsabile dei Progetti educativi, editoriali e culturali collaborando attivamente e con serietà al progetto. Attualmente è Docente di Lingue Straniere presso una scuola superiore di Palermo, si occupa di Digital Marketing, Traduzioni e sottotitolaggio e collabora per la Condotta Slow Food di Palermo.