Sassari: giocatore dilettante ucciso a coltellate

Il killer ha confessato il delitto

Un calciatore del Sassari di 23 anni Nicola Della Morte è stato ucciso dal 25enne, Daniele Ventriglia, originario di Carbonia e residente a Sassari, con una coltellata al petto.

L’omicidio è avvenuto all’esterno del circolo sportivo dove Nicola si allenava con la sua squadra nella borgata di Ottava. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, Ventriglia  aveva già avuto discussioni con la vittima; una lite che si trascinava da almeno un mese con accuse di calunnie e offese.

La notte del delitto l’arrestato sarebbe uscito di casa con due coltelli da cucina in tasca, proprio per raggiungere il suo rivale al circolo della Polisportiva Ottava. Voleva di certo regolare i conti.  Ventriglia dopo il delitto è fuggito ed è stato ritrovato intorno all’una. Si è costituito in Questura e dopo un lungo interrogatorio ha confessato l’omicidio. Adesso si trova in carcere con l’accusa di omicidio volontario.

Loading...

Nicola Della Morte per vivere faceva l’impiantista, ma allo stesso tempo era un giocatore dilettante. Si era appena conclusa una stagione calcistica culminata con la retrocessione della squadra locale in Seconda categoria, in seguito allo spareggio perso per 3-1 col Codrongianos sul campo neutro di Nulvi (Sassari).