Si chiude a dicembre l’anno più importante per i podcast di Will Media

20 milioni di ascolti in un anno, primi posti nelle classifiche Spotify, il debutto ufficiale nella rassegna de "L'Eco della Stampa" per i podcast di Will

Si chiude a dicembre l’anno più importante per i podcast di Will Media. Sin dalla sua nascita, la community di Will ha creduto e investito sul ruolo dei podcast attraverso una vasta proposta editoriale di contenuti audio, tutti ideati per raccontare l’attualità e i grandi cambiamenti in un mondo sempre più veloce e per offrire una fruizione delle informazioni facile e immediata.

L’offerta, gli ascolti, le classifiche, i riconoscimenti

Nel 2023 l’offerta è salita a 25 titoli con 11 nuove uscite proposte nel corso dell’anno: 0039, Metanolo, Troppo Poco, Show Off, Pilastri, Closer, Shape of EU, Scomplicalo, Upgrade, Se domani non torno, Freedomland (seconda stagione della serie “Supercrash”). Grazie alla crescita del bouquet e all’interesse sempre più vivo del pubblico verso questo tipo di servizio, nel 2023 i 25 titoli Will hanno così collezionato quasi 20 milioni di ascolti: una quota che rappresenta il 42% di tutti gli ascolti all time dei podcast Will dalla sua nascita ad oggi.

- Advertisement -

Molto significativo anche l’apprezzamento da parte del pubblico e della critica: cinque dei podcast Will (Se domani non torno, Closer, The Essential, Metanolo, Pilastri) hanno raggiunto almeno una volta il primo posto nella classifica Top Podcast di Spotify nel 2023 e sono oltre 158mila gli ascoltatori di Spotify che hanno un podcast di Will come podcast più ascoltato del 2023Mele Marce – il podcast scritto da Riccardo Haupt, Raffaele Coriglione, Adriano Masci e I Diavoli – si è invece aggiudicato il Premio come Migliore Podcast Business agli Italian Podcast Award de ilPod e tornerà nel 2024 con la seconda stagione.

La realtà podcast di Will,

del resto, è consolidata e persistente e prodotti come The Essential, che si conferma il secondo podcast più ascoltato nel 2023 in Italia su Spotify, e Actually sono nati proprio nel 2020, quando la maggior parte dei podcast in classifica di Spotify ancora non esisteva. Per questo, l’anno prossimo, l’offerta si arricchirà di nuovi titoli, pensati per continuare ad approfondire tematiche di attualità sempre protagoniste degli altri canali social Will.

- Advertisement -

Innovazione e sperimentazione: le collaborazioni speciali, i live podcast, la Membership, il debutto su L’Eco della Stampa

Sin dal loro debutto, i podcast di Will si caratterizzano per la continua innovazione che perseguitano. Alcuni permettono di sperimentare innovativi sistemi di monetizzazione, come l’host read usato in Actually, altri ancora sono podcast editoriali di Will costruiti direttamente insieme ai clienti.

- Advertisement -

È il caso Pilastri, realizzato con la cantina siciliana Donnafugata in collaborazione con FAI per viaggiare sulle tracce della grande storia artistica del nostro Paese, e di Troppo Poco, un podcast dedicato al tema della salute mentale, realizzato in collaborazione con Mindwork e disponibile per essere sponsorizzato, come accaduto per le puntate supportate da Biogen, Lundbeck e Gruppo Cassa Centrale.

Alcuni podcast propongono un sistema di episodi speciali 

riservati agli iscritti alla Membership di Will, come Closer, il podcast news daily con Francesco Oggiano, e Skillati, il primo podcast-corso in Italia in formato videopodcast rivolto a studenti e giovani lavoratori che stanno cercando la propria strada o si trovano di fronte a grandi sfide professionali.

Ci sono poi i live podcast realizzati nel corso del 2023, un nuovo modo per abbinare podcast ed eventi, come accaduto in occasione del Future4Cities Festival e la Euronics Challenge e ancora con il Globally live speciale sulla guerra in Ucraina con Paolo Magri, vicepresidente dell’ISPI, l’Istituto per gli Studi di Politica Internazionale.

Inoltre, da poche settimane i podcast di Will Media sono stati inseriti all’interno della rassegna stampa de L’Eco della Stampa, società che si occupa di produrre rassegne stampa e analisi personalizzate partendo dal monitoraggio di stampa, televisione, radio, web e social network. È la prima volta in assoluto che si introduce il monitoraggio del parlato dei podcast nelle rassegne, scelta che rappresenta quindi una novità per tutto il settore.

Commenta Riccardo Haupt, CEO di Will Media:

Gli incredibili risultati registrati dai nostri podcast nel 2023 dimostrano un ottimo lavoro da parte di tutto il team e un aumento della domanda di prodotti editoriali sempre più curati da parte di un pubblico che, come dimostrato dai dati IPSOS, resta più giovane della media, istruito e con un livello professionale elevato. Il consolidamento con Chora ci ha poi permesso fare un ulteriore passo in avanti anche dal punto di vista del sound design e produrre titoli come “Closer” e “Se Domani Non Torno”, ascoltati da migliaia di persone a pochi giorni dal lancio, tanto da raggiungere il primo posto su tutte le classifiche.

Il 2024 sarà un anno in cui sperimenteremo sempre più sull’audio, proponendo contenuti speciali dei nostri podcast più di successo dedicati a chi ha deciso di sostenerci tramite il programma di Membership e applicando il formato dei podcast a nuovi modelli per diversificare la nostra offerta editoriale e aprirci a nuovi mercati. Infine, investiremo ulteriormente sui contenuti sponsorizzati, proponendo modalità innovative di monetizzazione all’interno dei nostri podcast, che si confermano tra i formati più richiesti per la comunicazione dei brand”.