“Sposati e sii sottomessa”, il fenomeno Costanza Miriano

2014-11-25-13-27-57--1266445827

Sbagliamo sicuramente approccio o, addirittura, sbagliamo proprio a parlarne. Costanza Miriano, autrice di “Obbedire è meglio” e “Sposati e sii sottomessa”, infatti, non cerca altro che pubblicità ai suoi libri e al suo mesozoico pensiero. Bene o male, purchè se ne parli, allora.

La 44enne perugina, madre di 4 figli, molto cattolica e molto severa, scrive di sè per educare noi, piccoli umani senza Dio che ci ostiniamo a voler garantire pari diritti alle donne e agli omosessuali. Eh si, perchè Costanza, oltre a consigliare alle neospose di obbedire al marito e riprodursi come se l’utero non fosse loro, si scaglia contro il Ministero dell’Istruzione e contro la sua educazione “omosessuale”. Infatti, da brava Sentinella in piedi, non accetta un’istruzione gender nè nessun tipo di riconoscimento legale alle coppie gay (ma che dico gay! Nemmeno alle coppie di fatto etero!). Praticamente non accetta nessuna unione diversa dal matrimonio cattolico. Quel matrimonio cattolico che più che un gesto d’amore, è un collegio svizzero. O almeno, un collegio maschile di Zagarolo. La Miriano infatti consiglia alla moglie media di “stare al suo posto, sfuggire alla tentazione, obbedire a qualcuno di cui ci fidiamo più di noi stesse”. Al marito insomma; colui che, forse ignaro di aver sposato un muschio con le braccia, si ritrova accanto (anzi, sotto!) una donnetta con scarsa autostima, sempre pronta a dirgli di si e ad accoglierlo tra le sue gambe. Lo stesso maritino che forse, dopo qualche mese, si ricorderà delle lotte femministe e si chiederà: “Ma proprio a me doveva capitare la sposa più rincojonita?”. Ebbene si, merito della dottrina filo-cattolica-e-Miriana.

Loading...

Superfluo dire che Costanza Miriano è contro la fecondazione assistita, contro l’eutanasia, contro la pillola e contro il profilattico. Nonchè, ovviamente, contro l’aborto. In pratica, come ti muovi, ti muovi male. Se non riesci a rimanere incinta, te ne fai una ragione. Se non vuoi rimanere incinta e prendi la pillola, oltre che eretica, sei anche depressa, perchè il lamento e la tristezza sono appunto, due dei suoi effetti collaterali. Lo dice Costanza Miriano, oh, mica il primo medico che passa di qua. E poi se rimani incinta e la cosa ti rode un po’, non puoi abortire perchè “appena il test è positivo, sei già madre”. Ogni colpo, una tacca, praticamente. Non fai in tempo ad avere un ritardo, che BOOM! sei mamma e cominci ad obbedire ad ogni ometto che vedi.

Ad ogni modo, Costanza Miriano, amica di Adinolfi e fan sfegatata di Zerocalcare, si sente una donna colta, curata, sempre sui tacchi e sempre informata (nonchè censurata in Spagna dallo stesso Partito Popolare, che non è meno filocattolico di lei). Un record. Cento donne tutte in un corpo solo. Cento obbedienze tutte in un cuore solo. (Per leggere le sue perle, costanzamiriano.com ).