Spostamenti verso le seconde case fino a metà febbraio, cosa si può fare?

Il nuovo DPCM lascia dubbi sugli spostamenti verso le seconde case soprattutto interne ai propri comuni. Abbiamo ricavato alcune risposte interessanti per capire cosa si può fare soprattutto nei weekend.

Nuovo DPCM, mancano note esplicite su seconde case

Il 14 gennaio 2021 è entrato in vigore il nuovo DPCM con le misure di contrasto e contenimento dell’emergenza Covid 19 prolungato fino a fine aprile. Il testo dovrebbe essere accompagnato come di consueto dalle Faq di chiarimento che questa volta non ci sono o sono da ricercare nei chiarimenti rilasciati per le zone rosse, arancioni, gialle e anche bianche. Come spiegano i media, ci sono delle questioni importanti e dettagliate che non sono molto chiare, ad esempio sugli spostamenti verso le seconde case.

Spostamenti e seconde case, dubbi sul Comma 4?

Come riportano i giornali, ad esempio Ansa e Corriere della Sera, nel comma 4 c’è il divieto agli spostamenti tra le regioni ma è sparita la limitazione precisa ad andare nelle seconde case presenti nella regione di residenza.

- Advertisement -

Rimane per tutti la precisazione che, se fosse consentito, solo per motivi urgenti e mai per vacanza, quindi trascorrere il weekend in una seconda casa destinata alle vacanze è impossibile (approfondimento Repubblica).

L’articolo 4 riferisce che gli spostamenti sono consentiti solo per motivi di lavoro e urgenti, anche fuori regione. Si legge la frasi “è consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione“. Non c’è un’esclusione esplicita alle seconde case ma anche queste, che siano in affitto o di proprietà, possono diventare domicilio, residenza o abitazione.

- Advertisement -

Ecco l’interpretazione di alcuni giornali

L’Ansa, riferendosi sempre al Corriere della Sera, riporta che per abitazione si intende pure seconda casa, anche in affitto oltre che di proprietà. Si può trovare anche in fascia gialla, arancione o rossa, il raggiungimento o gli spostamenti consentiti devono seguire diverse indicazioni incrociate tra nuovo DPCM e quelli passati (approfondimento del Corriere). Dal periodo natalizio rimane la possibilità di spostarsi in una seconda casa con il nucleo famigliare e la possibilità di rientro serale nella propria abitazione abituale in caso di pendolarismo lavorativo.

Alla fine, chiariscono il quesito gli operatori del 1500

L’Ansa aggiunge anche le informazioni ricavate dagli operatori del numero di pubblica utilità 1500. Il nuovo DPCM non consente di raggiungere le seconde case fuori dalla propria regione se non per le emergenze.

- Advertisement -

Gli operatori chiariscono che la frase “è comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione” non riguarda le seconde case. Hanno aggiunto: “È questa la direttiva specifica che abbiamo ricevuto dopo la firma del Dpcm. Ci sono maggiori restrizioni rispetto a prima”.

Iole Di Cristofalo
Iole Di Cristofalo
Articolista e web copywriter