Studentessa 21enne violentata a Milano da un manager

Violentata da un manager durante un finto colloquio di lavoro. Drogata, abusata e fotografata. Il colloquio da incubo di una studentessa di 21 anni

La giovane era stata invitata a un incontro di lavoro per uno stage, ma subito dopo aver bevuto un caffè perde i sensi.

Si sveglia in stato confusionale e con indosso i vestiti della sera prima, probabilmente al caffè erano stati aggiunti degli ansiolitici molto potenti ed in dosi massicce. Ora, un 50enne milanese amministratore unico di una nota azienda farmaceutica è accusato di violenza sessuale aggravata, sequestro di persona e lesioni personali aggravate. Le indagini sono partite dalla denuncia della ragazza.

- Advertisement -

Tutto è successo il 26 marzo. L’imprenditore, dopo aver invitato la vittima a una finta riunione di lavoro, le ha somministrato la massiccia dose di benzoadiasepine. Le ha mescolate al caffè ed al succo di arancia, e ha così intossicato la studentessa. L’uomo l’ha poi trattenuta nell’appartamento, ha abusato di lei e l’ha fotografata.

Dopo di che, l’uomo cerca di crearsi un alibi: invita così familiari e amici ad aiutarlo e arriva addirittura ad accusare la povera ragazza e la famiglia di aver inventato tutto per scopo di estorsione. Ma, purtroppo per lui, dalle ricostruzioni dei carabinieri quello messo in atto dall’uomo potrebbe non essere l’unico episodio.

- Advertisement -

In tal senso, sono ora in corso accertamenti sul passato del manager e se ha applicato la stessa messinscena.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.