Suicidi in carcere: il Ministro della Giustizia Nordio annuncia fondi per 5 milioni di euro per la prevenzione

Il Ministro della Giustizia, Carlo Nordio, ha annunciato di aver firmato un provvedimento che potenzierà i servizi di assistenza psicologica per stoppare il fenomeno dei suicidi nelle nostre carceri

Un primo passo sembra compiuto nella direzione di combattere il fenomeno, tra l’altro tristemente in aumento, dei suicidi dietro le sbarre.

Il Ministro della Giustizia, Carlo Nordio, ha annunciato di avere firmato un decreto che prevede l’assegnazione di 5 milioni di euro destinati alle strutture penitenziarie. La somma sarà erogata entro il corrente anno. Lo scopo di questa misura è offrire gli strumenti necessari per contrastare questo drammatico fenomeno, fornendo una migliore assistenza psicologica ai detenuti durante la loro permanenza nell’istituto.

- Advertisement -

Il Ministro Nordio ha ribadito anche in questa occasione l’impegno del Governo a migliorare concretamente le condizioni detentive. Ha affermato che nell’ultima legge di bilancio è già stata più che raddoppiata l’entità dei fondi destinati alle strutture detentive e alle attività collaterali.

Migliorare le condizioni psico-fisiche dei detenuti, oltre che un dovere per un Paese civile, rappresenta anche una importante risorsa se davvero si crede nel recupero dei soggetti.

- Advertisement -

Nordio ha annunciato che con questo stanziamento siamo solo l’inizio e ha ribadito l’impegno a creare condizioni migliori e soprattutto durature nel tempo, questo decreto non vuole essere un intervento spot. Infatti, si è anche impegnato a presentare un progetto più strutturato in occasione della prossima legge di bilancio.

Elisabetta Beretta
Elisabetta Beretta
Ho un diploma di Perito Aziendale e Corrispondente in lingue estere e un background da studio commercialista, dove ho lavorato per 27 anni in Italia occupandomi di dichiarazioni dei redditi, bilanci ed ero la responsabile finanziaria dello studio. Ma ho sempre amato scrivere. Nel 2021 ho cominciato a predisporre contenuti di vario genere come ghostwriter. Nel 2022 ho deciso di avere bisogno di un cambiamento radicale: mi sono licenziata e sono partita per l’Andalusia dove sono attualmente residente.