Terence Hill, ecco perchè lascia Don Matteo

Terence Hill ha spiegato al Corriere della Sera perchè ha deciso d'abbandonare il ruolo di Don Matteo e perche ha scelto Bova per sostituirlo

Solo da qualche settimana è stato rivelato che Terence Hill ha scelto d’abbandonare il ruolo di Don Matteo, la fiction campione d’ascolti che da circa 20 anni intrattiene i telespettatori appassionati alle vicende investigative dell’originale parroco di provincia. La tredicesima edizione di Don Matteo è attualmente in lavorazione e andrà in onda la prossima stagione, Hill ha reso noto che cederà il testimone niente meno che a Raoul Bova che ha accettato l’incarico con entusiasmo.

Il cambio di guardia in Don Matteo porterà numerosi cambiamenti alla popolare fiction che in ogni caso manterrà il suo spirito semplice e spontaneo. Terence Hill sarà presente le prime 4 puntate della serie, poi in modo discreto e senza drammi scomparirà: ” Non è prevista una puntata incentrata sull’uscita di scena di Don MatteoNon ci saranno lacrime e abbracci.” Bova arriverà alla quinta puntata e avrà un ruolo particolare determinato soprattutto da un vissuto che lo ha segnato e che sarà anche la caratteristica del suo personaggio.

- Advertisement -

Terence Hill abbandona Don Matteo così come fece per Ad un passo dal cielo dove cedette il suo ruolo di guardia forestale a Daniele Liotti. L’attore ha spiegato d’aver fatto questa scelta solo per dedicare più tempo alla sua famiglia ma soprattutto per realizzare alcuni sogni nel cassetto: “Avevo voglia di dedicare più tempo alla mia vita privata: ora voglio fare un lungo viaggio con la famiglia in America e, nel prossimo maggio, voglio finalmente fare il Cammino di Santiago de Compostela” ha dichiarato Hill al Corriere della sera.

Terence Hill: “Bova possiede l’entusiasmo giusto”

Terence Hill è felice di cedere il ruolo di Don Matteo a Raoul Bova, lo ha scelto personalmente e con lui ha molte cose in comune. Inoltre l’ex compagno storico di Bud Spencer è certo che Raoul possieda le caratteristiche attoriali giuste per subentrare nella popolare fiction al suo posto: “Bova possiede l’entusiasmo giusto per realizzarlo, una dote piuttosto rara nella categoria attoriale, un valore aggiunto: a volte il nostro mestiere si riduce a semplice routine.”

- Advertisement -

Dall’altra parte Bova si è detto onorato di diventare parte di una storia di successo come Don Matteo certo di dare spessore al personaggio che è prossimo ad interpretare: “Sono grato dell’onore che Terence mi ha fatto, raccogliere la sua eredità è un privilegio e una grande responsabilità.