Tradizione, qualità e comunicazione digitale: il mix vincente di San Daniele

Il prosciutto San Daniele si rinnova ed intensifica la sua presenza digitale

Smartphone
PhotoCredit: Pixabay

Il successo di un’azienda non può prescindere da un’attenta gestione dell’attività digital per incrementare la visibilità del brand e raggiungere ampie fette di pubblico. 

Un lavoro accurato sui social media unito ad un prodotto di alta qualità rappresenta senza dubbio un’ottima strategia, come appare chiaro dal caso del Prosciutto di San Daniele, marchio storico che ha saputo rinnovarsi e sfruttare al meglio le più attuali logiche di marketing

Per quando riguarda la produzione di questo prestigioso alimento, è tuttora previsto l’impiego di tecniche artigianali, tramandate dai mastri prosciuttai di generazione in generazione in modo da trasmettere tutta la sapienza e la passione nella produzione di un alimento dal sapore unico come il Prosciutto di San Daniele, ricco di sostanze nutritive e famoso ed apprezzato a livello internazionale. 

Il Consorzio del Prosciutto di San Daniele è riuscito a superare i traguardi già raggiunti, unendo alla forza della tradizione un’intensa attività di comunicazione digitale e di storytelling per aumentare la presenza online del brand, con investimenti importanti e una strategia ben calibrata. 

Il lavoro svolto ha riscosso molto successo sui principali canali social, ottenendo su Facebook una crescita semestrale di +13% di utenti, con un aumento di circa 20.000 unità, mentre la community di Instagram ha raggiunto addirittura il +72% e Twitter il +9%. Anche all’estero si registrano buoni numeri: l’ottimo San Daniele DOP viene apprezzato da oltre 43.000 fan, con un’attenzione particolare da parte del pubblico inglese e tedesco. 

In ambito social sono stati raggiunti in totale ben 4,1 milioni di utenti, incrementando in maniera significativa anche il volume di reazioni e condivisioni, che rappresentano importanti indici di come l’attività abbia permesso di conquistare un pubblico in target e quindi di aumentare anche il coinvolgimento attorno ai post pubblicati. La proposta editoriale del Consorzio, ha permesso di ottenere nel primo semestre 2020 oltre 30.954 conversioni ai vari siti del brand. Tra le altre attività messe in campo nel piano di comunicazione troviamo anche una strategia di PR digitali e di influencer marketing: questo innovativo modo di raccontare il prodotto ha permesso di arrivare a ben 11,8 milioni di utenti e generare 90.000 conversioni.  

La sfida digitale è stata senza dubbio vinta, portando Prosciutto di San Daniele a conquistare nei primi 6 mesi del 2020 il 4°posto nella classifica dei food brand relativa al pubblico raggiunto, fra italiano ed internazionale, e il 1° posto in assoluto nel settore dei salumi. 

Un altro tassello importante del piano online di comunicazione ha riguardato il blog San Daniele Magazine, che è stato popolato di numerosi contenuti interessanti inerenti alle caratteristiche del Prosciutto di San Daniele, alla sua lavorazione e al legame con il territorio, oltre a trattare diversi argomenti correlati, come tanti suggerimenti per realizzare piatti buoni e sani utilizzando questo alimento in veste di ingrediente speciale. Pagine volte ad informare che mirano a richiamare ulteriori utenti, come dimostrano le 39.375 visite in più nel primo semestre 2020 rispetto all’anno precedente. 

Cifre importanti, che si aggiungono alle altre voci in crescita di questo progetto ambizioso, portato avanti con determinazione e professionalità.  

L’aumento di seguito sui social media rappresenta una conquista fondamentale per un marchio come Prosciutto di San Daniele, che ha dimostrato di sapersi aggiornare e di muoversi in maniera consapevole nel mondo della comunicazione digitale, unendo preziosi saperi antichi a moderne tecniche di racconto. Il Consorzio ha così dato vita ad una strategia efficace per agire ed imporsi nel mercato, un mix unico e vincente che apre le porte ad altri futuri successi.