Tragedia sfiorata in Calabria: donna precipita dal 3 piano

Le cause dell'accaduto sono ancora oggetto di indagine degli inquirenti.

Parghelia, Vibo Valentia – Una donna di trent’anni, originaria della provincia di Napoli, è precipitata dal terzo piano della propria abitazione in un paesino in provincia di Vibo Valentia.

La donna, dopo l’evento, è stata immediatamente trasportata in elisoccorso. A causa della grandezza del velivolo e del peculiare territorio è stato necessario il ricovero presso l’ospedale “Pugliese“ di Catanzaro, in quanto non è stato possibile atterrare prima.

- Advertisement -

La donna è stata ricoverata in prognosi riservata. Attualmente si sa solo che ha subito un trauma cranico e si sospetta la possibile frattura dell’osso temporale.

I soccorsi e le prime indagini

Le operazioni di soccorso sono state coordinate perfettamente dal dirigente regionale Antonio Talesa. In questi casi è fondamentale un soccorso rapido ed efficiente per evitare che la situazione possa degenerare.

- Advertisement -

Le forze dell’ordine attualmente stanno indagando per ricostruire l’accaduto. La donna aveva determinate problematiche, infatti è sordomuta ma nulla fa presumere la strada del tentato suicidio della donna.

Le forze dell’ordine, per fare chiarezza e per comprendere ciò che è successo, hanno interrogato il marito della donna, che era con lei in casa nel momento in cui la moglie è caduta dal balcone della loro abitazione. È necessario attendere il parere dei dottori per comprendere quali siano le reali condizioni della donna. Non bisogna sottovalutare l’altezza da cui è precipitata.

- Advertisement -

I racconti dei testimoni

Il fatto è accaduto intorno alle 16 di ieri. Alcuni testimoni oculari, visibilmente scioccati dell’accaduto, hanno raccontato ciò che hanno visto, ovvero una donna cadere dal terzo piano della palazzina. L’impatto, secondo i testimoni, le avrebbe causato un forte trauma cranico e possibili fratture al corpo.

Per comprendere le ragioni che hanno spinto la donna a gettarsi dal terzo piano è necessario attendere il lavoro delle forze dell’ordine e degli inquirenti, per ora non è possibile delineare un quadro preciso e dettagliato della situazione e non è possibile escludere nessuna pista.