Trieste: ritrovato un cadavere in decomposizione in un sacco

Ritrovato un sacco nero con il cadavere di un uomo in stato di decomposizione

Trieste – scoperta sconcertante quella che è avvenuta questa notte. Il cadavere di un uomo di 75 anni è stato rinvenuto in un sacco nero di nylon, In un appartamento situato in via del Veltro, nel rione di San Giacomo.

Indagini in corso sull’accaduto

Il corpo dell’uomo è stato ritrovato in stato di decomposizione all’interno del sacco, con macchie di sangue grondanti sul davanzale del balcone. Gli inquirenti, coordinati dal pubblico ministero Federico Frezza, hanno iniziato le indagini per trovare il colpevole e chiarire le dinamiche. Nei prossimi giorni saranno interrogati i vicini ed i parenti dell’anziano.

Sul posto è intervenuta la polizia, coadiuvata dalla scientifica e dai vigili del fuoco. Questi ultimi, per entrare nell’appartamento dell’uomo, hanno utilizzato un’autoscala. Proprio per questo, la strada è rimasta chiusa questa notte in modo da riuscire agevolmente a terminare le operazioni di recupero del corpo dell’uomo.

Chi era l’uomo trovato morto

L’uomo ritrovato morto nel sacco nero era Libero Foti, un settantacinquenne che abitava da solo da un po’ di tempo. La compagna di Foti, di origini ucraine, aveva abbandonato la casa lasciando l’uomo solo.

I vicini, non vedendo l’anziano già da un po’, avevano deciso di avvisare gli inquirenti dando l’allarme della scomparsa. I vigili, dopo essersi accertati dell’assenza di persone in casa, avevano deciso di entrare con forza nell’appartamento, ipotizzando che l’uomo fosse morto in solitudine. 

Purtroppo, la scoperta è stata ben più macabra di ciò che tutti si aspettavano. La gola dell’uomo infatti è stata tagliata e si tratterebbe dunque di omicidio (probabilmente avvenuto al culmine di una violenta lite tra Foti ed il suo assassino) e non di malore o morte naturale come sospettavano i vicini. L’appartamento di Foti è stato posto sotto sequestro, fino all’esito delle indagini.

Leggi anche: RAGAZZA MUORE IMPICCATA MENTRE TENTA DI SCAVALCARE IL CANCELLO