Un’antica e moderna città spagnola: Valencia

Terza città della Spagna, dopo Madrid e Barcellona, e soprattutto città rinnovata per l’organizzazione, le nuove architetture, un mix di antico e moderno: questa è Valencia, a cui la Coppa America Valencia ha donato una vera spinta vitale di nuova energia.

Valencia è animata, popolata, grande, eppure con un centro storico raccolto, di cui si può cercare di visitare con curiosità gli aspetti più caratteristici della sua identità: primo fra questi è la magnifica Cattedrale. Vi si accede attraverso tre porte: porta del Los Hierros,barocca, Puerta del Palau, romanica, e  Puerta  de Los Apostolos, gotica. La Cattedrale, originaria del XIII°sec.,sorge dove una volta c’era un tempio romano e successivamente una moschea. Dalla torre della Cattedrale si abbracciano tutti i tetti del centro storico e il mare, mentre al suo interno pare sia ospitata il Santo Graal, ossia il Calice che Gesù utilizzò nell’Ultima Cena. Stupenda è la facciata dal portale gotico e il rosone entrambi a punta, mentre la fiancata, arrotondata, è ornata da due file di colonnati uno sopra l’altro.

Lungo la salita della torre si trovano tre stanze, mentre sulla terrazza superiore vi sono ben 11 campane, ognuna  con un nome . La scala a chiocciola conta ben 207 scalini per un‘altezza di 50,85 m. Magnifica tra i portali è quella degli Apostoli, in cui si trova raffigurata, nell’immagine centrale, una Madonna con Bambino e ai lati degli angeli, per non parlare della Porta de Los Harrios  che sulla facciata è un tripudio di angeli e santi.

Loading...

Il vero centro storico di Valencia invece è sorto intorno  al convento del Carmen Calzado, il Barrio del Carmen, antico centro storico medioevale, che nel 1900 divenne centro operaio. Oggi è uno dei quartieri più frequentati , popolato degli atelier con le più grandi firme e quindi particolarmente rinomato per lo shopping oltre  ad essere il centro di ritrovo serale e notturno per svaghi e divertimenti..Tuttavia il vero antico centro commerciale di Valencia è la “Lonja de la Seda di Va…”, il cuore dell’attività commerciale della città nel 1500. Uno dei più begli edifici meglio conservati di architettura tardo-gotica in Europa, oggi è sede dell’Accademia Culturale di Valencia. All’interno della Lonja sorge il bel mercato centrale  su una struttura in acciaio con le vetrate e le ceramiche dipinte a mano. Bellissimi sono i colori che lo contraddistinguono, da quelli della frutta e della verdura, alle carni, i prosciutti di Salamanca, i pesci, etc.

In una città che sorge sulle rive del fiume , il Turia, non poteva mancare un‘oasi di verde e di pace , “I Giardini del Turia”. Pini, oleandri, intrecci di verdi viali  e centri sportivi qua e là.Enorme è la scultura di Gulliver, lunga 70 m., ispirata al personaggio della fiaba, su cui si può passeggiare lungo rampe, scivoli e scale..

Grazia Paganuzzi

CONDIVIDI
Loading...