Uomo spara al ladro in casa sua e lo uccide

Il 58enne ora è indagato per omicidio, anche se si apre la strada per la legittima difesa

Si chiamava Mirel Joaca Bine e aveva 34 anni, il romeno ucciso a colpi di fucile da un tabaccaio in provincia di Frosinone. 

L’uomo, insieme a tre o forse quattro complici, era entrato nella villetta di Sandro Fiorelli forse per rubare quando il figlio adolescente del padrone di casa si è accorto della loro presenza.

- Advertisement -

Il commerciante 58enne ha dichiarato di aver esploso il colpo di fucile calibro 12 prima che il ladro gli sparasse con la sua pistola. Dalle prime ricostruzioni pare che l’arma di Bine fosse solo una pistola scacciacani.

Fiorelli, che già in passato era stato vittima di furti, ora è indagato per omicidio, ma si sta valutando se possa essersi trattato di legittima difesa.

- Advertisement -

E, mentre proseguono le indagini per fare luce su quanto avvenuto, vanno avanti anche le ricerche dei complici della vittima che sono fuggiti non appena scoperti.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.