Viareggio: disabile si spara davanti l’Agenzia delle Entrate

L'uomo 48enne era costretto su una sedia a rotelle, ignari i motivi del tragico gesto

Un uomo di 48 anni disabile costretto in sedia a rotelle si è tolto la vita sparandosi un colpo alla testa davanti l’ingresso del palazzo dell’Agenzia delle Entrate.  La tragedia è accaduta a  Viareggio in provincia di Lucca.

Il corpo è stato trovato da un dipendente

A scoprire il corpo dell’uomo è stato un dipendente intorno alle 6 del mattino. Secondo una prima ricostruzione da parte delle forze dell’ordine, l’uomo si sarebbe suicidato sparandosi un colpo di arma da fuoco alla testa. Una pistola è stata trovata in terra vicino al corpo senza vita.

Il 118 arrivato sul posto non ha potuto fare altro che constatare il decesso. Sono intervenuti i carabinieri e la polizia. Non sono chiare le motivazioni del tragico gesto. Al momento non è stato ritrovato nessun biglietto. Si tratterebbe di suicidio.

L’Agenzia delle Entrate precisa che il suicidio non è collegato all’azienda

Gli investigatori della polizia hanno precisato che il corpo è stato rinvenuto privo di vita nel parcheggio dell’Agenzia dell’Entrate vicino alla sua auto sulla sedia a rotelle. La direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate precisa che «il parcheggio serve numerosi uffici e qualsiasi collegamento tra il triste evento e l’attività dell’Agenzia risulta improprio in quanto infondato».

Il luogo sarebbe solo casuale perché da prime ricostruzioni degli inquirenti non si ipotizzano motivi economici. Il pm Antonio Mariotti ha disposto l’autopsia, che dovrebbe svolgersi la prossima settimana, dopo una prima ricognizione cadaverica effettuata sul posto dal medico legale, Stefano Pierotti.

 

Potrebbero interessarti anche

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here