Ad Alberobello una notte di autentica “Passione”

passione

Oggi nella ricorrenza del Venerdì Santo, quasi tutto il mondo celebrerà, quello che è uno dei momenti più suggestivi per l’intera Cristianità: la Passione di Gesù.

L’ uomo in quest’ istante si ricongiungerà alla propria Divinità, condividendone le sofferenze, ma anche la Pietà e la Misericordia.

Loading...

banner negozio2

Ad Alberobello una famosa località della provincia barese, ogni anno la rappresentazione della Via Crucis diventa un evento carico di forte pathos. Infatti su uno splendido scenario di pietre naturali, la nota Città dei Trulli tra non molto mostrerà circa 200 figuranti che insceneranno la Passione, muovendosi in una lunga processione per le viuzze di tutto il paese, raggiungendo poi il Centro storico. 

 Sono i giovani della comunità di Sant’Antonio di Alberobello a  curare da più di trent’anni con notevole impegno questa  rappresentazione. Gli abiti, le fruste, il pianto, il dolore  del Cristo e di chi ne percorreva insieme quel tragitto di  sofferenza, tutto verrà rievocato alla perfezione. Diversi  visitatori  assisteranno provenienti da ogni luogo, sia che siano credenti, o semplicemente  curiosi. Ma ciò non toglie, che l’umanità  di ciascun individuo presente ne rimarrà colpita.images (1)

L’essere umano coglierà l’occasione per guardare dentro se stesso e riflettere sulle problematiche del mondo e domandarsi se il sacrificio di Gesù sia stato in qualche modo vano, in quanto l’uomo fatto di carne tenderà sempre a sbagliare. Ma la “Passione Vivente” ricorderà anche ai tanti fedeli l’amore che Dio ha verso le sue creature, sacrificando il suo unico figlio per la loro salvezza.
Così alle 21 di questa sera i figuranti di Alberobello saranno pronti a riprodurre anche per quest’anno quel clima di forte spiritualità, attraverso la propria e suggestiva “Passione Vivente”.