Arrestati quattro giovani lizzanesi (Foto)

Il comunicato dei Carabinieri

SONY DSC

Rubano un’auto e fanno razzia in un bar, arrestati quattro giovani ragazzi di Lizzano

La nota stampa dei Carabinieri in merito all’arresto dei quattro ragazzi

Arrestati quattro giovani ragazzi di Lizzano (rispettivamente: uno di 26 anni e tre di 24 anni), i quali, durante la serata di ieri, sabato 24 febbraio, hanno rubato una vettura a Fragagnano e, poco dopo, hanno fatto razzia in un bar di Monteparano.

RUBANO UN AUTO E FANNO RAZZIA IN UN BAR, ARRESTATI 4 GIOVANI

I militari della Stazione di San Giorgio Jonico e Grottaglie arrestano quattro giovani lizzanesi 

I Carabinieri delle Stazioni di San Giorgio Jonico e Grottaglie hanno arrestato, in flagranza del reato di furto aggravato, quattro giovani di Lizzano, nello specifico: un ragazzo di 26 anni assieme ad altri tre 24enni.

I sospetti dei Carabinieri; il controllo della vettura e dei quattro ragazzi; l’auto rubata e ciò che era stato occultato nell’abitacolo

I militari della Stazione di San Giorgio Jonico hanno notato un’auto, con quattro persone a bordo, aggirarsi con fare sospetto per le vie cittadine.
Dopo aver intimato l’Alt, i Carabinieri hanno effettuato un controllo accurato sia dell’auto che dei giovani e, a quel punto, è emerso che la Fiat Uno sulla quale viaggiavano era stata rubata – poco prima – a un pensionato domiciliato a Fragagnano. A bordo della vettura i militari hanno trovato, oltre ad alcuni arnesi da scasso, una cassetta contenente spiccioli e banconote per un ammontare di circa 1.500 euro.

Le indagini condotte dai Carabinieri e l’illecita provenienza del danaro in loro possesso

Certi, dunque, della illecita provenienza di quel denaro, i militari, hanno indagato per risalire al luogo in cui il denaro era stato sottratto precedentemente.
In breve tempo, i Carabinieri hanno potuto, così, appurare che i quattro giovani si erano poco prima introdotti, dopo averne forzato un lucernaio, all’interno di un bar sito in Monteparano, dove, dopo aver scassinato una macchinetta cambia monete e una slot machine, si erano impossessati del denaro ivi contenuto.

I quattro giovani lizzanesi sono stati condotti in caserma e, successivamente, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni

Condotti in caserma, i quattro giovani di Lizzano sono stati arrestati e, come disposto dal Sostituto Procuratore di turno, presso la Procura della Repubblica del capoluogo ionico, in secondo luogo, sono stati collocati in regime di arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni.

La vettura e il denaro recuperati sono stati restituiti ai legittimi proprietari

Sia l’autovettura che, al contempo, la somma di denaro recuperata sono state restituite ai legittimi proprietari.

Potrebbero interessarti anche