Chernobyl, incendio nell’area interdetta

Giallo intorno alla centrale della tragedia

Mistero a Chernobyl per un devastante incendio che è scoppiato nell’area interdetta, quell’aera dove non si può più abitare o sostare a causa dell’elevata incidenza delle radiazioni che ancora persistono nella zona. L’area di Chernobyl venne frettolosamente abbandonata dopo la violenta esplosione che coinvolse il reattore numero 4 della vicina centrale nucleare nell’aprile del 1986 e da allora è impossibile per chiunque anche solo pensare di avvicinarsi alla vasta area contaminata.

Ben 10 ettari di foresta contaminata sono misteriosamente bruciati e non si sa quale sia l’origine del rogo, se dolosa oppure dovuta ad un fenomeno naturale di autocombustione. La zona colpita è quella immediatamente adiacente al villaggio abbandonato di Kopachi, dove sorge la «foresta rossa», cioè una grande pineta dove gli alberi morirono diventando rossi in seguito alle radiazioni dovute alla tragedia nucleare di Chernobyl. Da allora la terra è rimasta seriamente contaminata ed anche la natura, inclusi piante ed animali, ha subito profonde mutazioni genetiche in seguito alla enorme quantità di radiazioni assorbita in quel terribile giorno di ormai 32 anni fa.

Le autorità ucraine stanno cercando in tutti i modi di monitorare la situazione ed attualmente ci sono ben 29 mezzi speciali e 120 vigili del fuoco impegnati a domare l’incendio. Il livello di radiazioni non sembra essersi alzato ma comunque rimane la paura che la radioattività possa essersi diffusa ancora di più con il fumo nero che avvolge tutta la zona interessata dall’incendio. Non sembra che il rogo sia legato direttamente alle radiazioni ma il livello di allerta rimane molto alto; tutta la zona è altamente contaminata ed anche il terreno è radioattivo fino in profondità.

La zona di Chernobyl è molto delicata e per ora solo pochissimi studiosi sono andati nella zona contaminata per cercare di capire quali sono gli effetti delle radiazioni a lungo andare su piante, animali ed anche esseri umani. Per ora non si sa ancora esattamente quali sono davvero gli effetti di elevata radioattività sugli esseri viventi ma di sicuro la radioattività è molto pericolosa e può portare anche patologie molto gravi.

Sono una ragazza di trenta anni con Laurea triennale in Studi Internazionali e Laurea magistrale in Scienze del governo e dell'amministrazione; ho anche frequentato un Master e vari corsi post laurea. Conosco oltre all'italiano, inglese e francese e il tedesco a livello base. Le mie passioni sono leggere, scrivere di attualità, ambiente e animali e viaggiare per scoprire sempre posti nuovi. Oltre che per Quotidian Post scrivo anche per Prima Pagina on line, Notiziario Estero e Report Difesa. Ho anche un blog personale http://valeryworldblog.com
Potrebbero interessarti anche