Contro lo United Sly arriva la prima sconfitta dell’Atletico Martina

Nel fortino della capolista i gialloblu soccombono per 3-0

Nel fortino della capolista i gialloblu soccombono per 3-0. Le reti della coppia Amoruso-Salvati (doppietta per quest’ultimo) condannano i martinesi al primo dispiacere in campionato

La nota stampa di Domenico Fumarola

F.C.D. United Sly-Atletico Martina 3-0

United Sly: Franco, Martini, Clementini, Paleo, Ancona, Turitto, De Vezze (dall’88’ Saracino), Corallo (dal 90’ Glorioso), Armenise (dal 78’ D’Angelo), Amoruso (dall’83’ Vernice), Salvati (dall’86’ Lombardi). A disposizione: Martino, Cocozza. All.: Quarto.

Atletico Martina: Pascullo, Greco (dall’81’ Sforza), Caroli, Mappa (dal 70’ Carrieri), Marangi (dal 60’ Cassano), Santoro, Sisto, Martellotta, Mastrovito (dall’84’ Lionetti), Palmisano G., Palmisano V. A disposizione: Conserva, Lenoci. All.: Lella.

Loading...

Marcatori: 5’ Salvati, 8’ Amoruso, 80’ Salvati

Ammoniti: Marangi, Palmisano G., Greco, Sisto (AM); Turitto, De Vezze (US)

Recupero: 1’ pt, 4’ st.

Arbitro: sig. Marcello D’Aulisa della sezione di Barletta.

Le assenze si fanno sentire in casa Atletico Martina, che contro lo United Sly incappa nella prima sconfitta stagionale, dopo sei vittorie ed un pareggio. I padroni di casa – reduci dal pareggio a reti bianche di Acquaviva dopo 6 vittorie consecutive – si impongono per 3-0, sotto ad una pioggia battente, grazie alla doppietta di Salvati ed alla rete di Amoruso, ma il divario poteva essere ancora più ampio, visto che lo United Sly colpisce anche due legni e sbaglia diverse occasioni davanti alla rete. I gialloblu subiscono troppo la manovra avversaria sulle fasce già dai primissimi istanti, tanto che dopo appena 9 minuti sono già sotto di due reti: al 5′ è Salvati a sfruttare un cross e depositare alle spalle dell’estremo difensore martinese, mentre al 9′ è Amoruso a farsi trovare pronto al centro dell’area su un traversone dalla sinistra.
Mister Lella, che deve rinunciare ai difensori centrali Basta e Camassa, al terzino Semeraro, al centrocampista Pasculli e all’attaccante Tagliente, vara un inedito 3-5-2, speculare al modulo dello Sly, che prevede Pascullo in porta, Marangi, Santoro e Greco in difesa, Palmisano V., Caroli, Mappa, Martellotta e Sisto a centrocampo e Palmisano G. e Mastrovito in avanti. L’allenatore martinese sceglie quindi di mandare subito in campo i due nuovi arrivi Marangi e Mappa, per sopperire alle tante indisponibilità della rosa martinese, mentre in panchina vanno gli acciacati Lenoci e Cassano, pronti ad intervenire in caso di bisogno.
Già nei primissimi minuti i padroni di casa vanno vicini al gol, approfittando di uno svarione della difesa dell’Atletico, ma Pascullo ha i riflessi pronti e devia il pallone sulla traversa. Delle due reti dello United Sly abbiamo già detto, anche se i baresi hanno altre due occasioni per allungare ulteriormente il passo, senza successo. Bisogna aspettare almeno la metà del primo tempo per vedere la prima conclusione in porta dell’Atletico, ad opera di Palmisano V., che precede un altro legno dello Sly. Dopo un altro paio di conclusioni a rete dei padroni di casa, arriva una ghiotta occasione su calcio piazzato per gli ospiti, ma la punizione di Palmisano G. è parata da Franco. La prima frazione di gico si chiude con una parata di Pascullo su ennesima incursione offensiva dello Sly.
Nella ripresa l’Atletico Martina entra in campo più voglioso e reagisce alla grande intensità messa in campo dai padroni di casa, anche se le condizioni fisiche non ottimali di alcuni giocatori non consentono mai lo spunto decisivo per rimettere in carreggiata il match. I due nuovi acquisti dell’Atletico, infatti, lasciano il campo a pochi minuti di distanza l’uno dall’altro: Mappa – buona la prova del centrocampista centrale, che dimostra di avere capacità di palleggio, visione di gioco ed intelligenza tattica – lascia il posto a Carrieri e Marangi si accomoda in panchina a causa dei crampi e del dolore allo stinco dopo aver rimediato un colpo in uno scontro di gioco ed al suo posto entra Cassano, recuperato in extremis. L’ingresso in campo dell’esterno sinistro permette a mister Lella di variare tatticamente la squadra, con capitan Caroli che si sposta al centro della difesa. Anche questa soluzione, però, non produce i frutti sperati, tanto che la retroguardia martinese deve salvare per due volte sulla linea di porta altrettanti tentativi dello Sly. I padroni di casa, però, trovano la rete del 3-0 con Salvati, che segna la sua doppietta personale e chiude il match all’80. Nella parte finale dell’incontro i due allenatori effettuano molti cambi in attesa del triplice fischio dell’arbitro, che arriva dopo 4 minuti di recupero.
Una sconfitta, quella dell’Atletico Martina, che non deve far dimenticare tutto quello che di buono è stato costruito fino a questo momento, ma da cui trarre le indicazioni per migliorare e rimanere nelle prime posizioni della classifica, con le migliori del girone. Nonostante il divario odierno, infatti, la compagine di patron Marangi rimane da sola al secondo posto in classifica e domenica prossima dovrà tornare a far punti in casa, visto che al Pergolo arriverà l’Ideale Bari, altra grande candidata al salto di categoria, attualmente terza forza del girone, ad un punto di distanza proprio dai gialloblu.

CONDIVIDI
Loading...