COREA: Chip Chan, la ragazza vittima del web

Chip Chan

Lo stalking 2.0 prende il nome di Chip Chan, vittima o ragazza mentalmente instabile che è diventata un fenomeno del web.

Sul conto di Chip Chan e sul suo passato si sa poco e nulla, se non il fatto che passi intere giornate sotto l’occhio di due telecamere (in origine erano 3), le quali incombono perennemente su di lei. La ragazza, con molta probabilità originaria di Seul, è divenuta famosa sul web all’incirca dal 2009, grazie agli utenti del forum 4chan, che l’avevano da diversi giorni notata in uno dei tanti siti non protetti, all’interno dei quali gli iscritti “digitalizzano la propria vita” mostrandosi in webcam al popolo di internet. Chip Chan era stata vista sdraiata in modo innaturale, nelle vicinanze della sua scrivania, ed inizialmente s’è addirittura pensato che giacesse li priva di vita. Fortunatamente poi si comprese che stesse solo dormendo.

Fatte le dovute premesse, veniamo ai fatti: quello che maggiormente ha incuriosito dell’intera vicenda sono i “bizzarri” atteggiamenti assunti in questi anni dalla protagonista di questo inquietante “reality show”. Tanto per cominciare, uno dei particolari da subito evidente è che Chip Chan dorma quasi tutto il giorno. In passato, alcuni visitatori del sito hanno dichiarato d’averla osservata riposare per un periodo di tempo superiore alle 20 ore. Sono in molti a credere che la causa di tutto ciò sia un chip impiantatole nella gamba che lei stessa, in base a questa convinzione, tentò più volte di rimuovere infliggendosi volontariamente dei tagli all’arto. Il tutto emergerebbe interpretando le frasi scritte dalla ragazza su lunghi striscioni di carta, dietro i quali s’è spesso nascosta per sfuggire all’occhio delle telecamere. Importanti indicazioni provengono anche da un blog, successivamente ricondotto a lei, nel quale utilizza il termine “verichip” per indicare il dispositivo, che sarebbe dunque in grado di provocarle un profondo stato di incoscienza. Lei stessa dichiara di non sapere nulla di tutto ciò che accade durante quei momenti, ma le trasmissioni hanno a volte documentato “strani comportamenti” delle luci (qui disponibile un video inerente a questa anomalia) a cui nessuno sembra essere riuscito a dare una spiegazione convincente.

Loading...

Non è ancora ben chiaro quindi se le telecamere siano state installate per una reale volontà di quest’ultima oppure se, tenendo conto di quanto scritto da Chip Chan, esse siano il mezzo tramite cui un presunto e misterioso stalker la controlli: si tratterebbe di un ufficiale di polizia corrotto, chamato “P” che, oltre ad averla molestata nel 1999 ed essere sempre stato ossessionato da lei, le impedirebbe di uscire di casa, se non per rifornirsi di cibo (ecco un video in cui la vediamo proprio lasciare l’abitazione). Di frequente la trasmissione viene interrotta per alcuni intervalli di tempo, probabilmente in seguito a manomissione dello stesso “P”, intenzionato a tutelare la sua privacy. Al tempo stesso, l’ingresso di quell’abitazione è costantemente ostacolato da scatoloni e bottiglie d’acqua, collocati probabilmente in quella posizione da Chip Chan come una sorta di difesa. In un video caricato su Youtube, il 27 maggio 2009, la ragazza dichiara inoltre di aver ricevuto in eredità dalla sua famiglia una ingente somma di denaro, che le consentirebbe di vivere in uno stato di totale nullafacenza: quella ricchezza, unita all’ossessione morbosa dello stalker, sarebbe il principale motivo della reclusione.

In conclusione, molti danno credibilità a Chip Chan, altri la ritengono una persona fortemente disturbata con uno stile di vita solitario tipico degli hikikomori (seguaci di un fenomeno diffusissimo in Giappone, che si sta velocemente espandendo anche in Asia). Bufala o realtà? Finzione o geniale strategia di marketing? Risposte certe al momento non ce ne sono, ma ognuno di voi è libero di crearsi una propria idea osservando le webcam che ancora oggi riprendono la ragazza.