Diritti civili, scomparsa a 100 anni l’attivista Grace Lee Boggs

grace

Se è vero che dietro un grande uomo c’è sempre una grande donna, lo è stato anche per Grace Lee Boggs, che sostenne ben due grandi uomini che hanno fatto la storia dei diritti civili negli Usa e non solo: Martin Luther King e il più contestato Malcom X. Grace, deceduta lunedì 5 ottobre a Detroit all’età di 100 anni, fu l’organizzatrice della celebre marcia del reverendo e della conferenza tenuta nella medesima città nel 1963 dall’altro paladino dei diritti dei neri.

Figlia di immigrati cinesi, nacque a Providence, Rhode Islands, e crebbe a New York. Laureata nel 1935, conseguì un dottorato di ricerca in Filosofia nel 1940. Ideologicamente vicina al marxismo, ebbe una collaborazione di oltre vent’anni con lo storico, scrittore politico britannico nero Cyril Lionel Robert James (1901 – 1989) e per lungo tempo con il marito, l’attivista James Boggs (1919 – 1993), afroamericano, sposato nel 1953. Grace Lee Boggs è famosa per libri come “Rivoluzione ed evoluzione nel XX secolo” (scritto con James Boggs, Monthly Review Press, 1974; ristampato con una nuova introduzione firmata da lei nel 2008); “Conversazioni in Maine: Esplorare il futuro della nostra nazione” (scritto con James Boggs, Freddy Paine, e Lyman Paine; South End Press, 1978); e “Living for Change: An Autobiography” (Università del Minnesota, 1998). I suoi testi sono stati diffusi tramite giornali, riviste anche universitarie e siti web. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui diverse lauree honoris causa.

Loading...

 

 

Dopo la maturità classica, mi sono laureata all'Università Cattolica del Sacro Cuore a Milano in Scienze dell'Educazione, con una tesi in Pedagogia Interculturale dal titolo "Donna e Islam: la questione del velo". Scrivo per diverse testate on-line come "Al-Maghrebiya", "Ebraismo e dintorni", il blog del "Legno Storto" su argomenti riguardanti il mondo arabo e islamico, soprattutto per quanto riguarda la condizione della donna, il Medio Oriente, Esteri, immigrazione e integrazione. Ho scritto due racconti: "Dopo la notte" (Il Filo, 2009) e "Soltanto una donna" (Albatros - Il Filo, 2011).