Esempi di bontà’ in Norvegia: alcune famiglie lasciano ai poveri la propria casa per una vacanza

casa in norvegia per le vacanze

 

Non è la prima volta che in Norvegia si assiste ad azioni di bontà e generosità.  La prima famiglia che ha dato avvio a questa iniziativa ha stimolato altre famiglie a compiere lo stesso passo.

 

Succede in Norvegia vicino alla città di Stavanger, una delle città più popolose del Paese, un’azione di bontà e generosità, tale da permettere ai più poveri un po’ di serenità proponendo una vacanza a costo zero a coloro che non se lo possono permettere.

La prima iniziativa è stata lanciata da una coppia norvegese che si è presa la responsabilità di lasciare la propria casa a una famiglia in condizioni di povertà assoluta, alcune famiglie hanno preso spunto apprezzando l’idea e facendone tesoro hanno iniziato a portare avanti quest’opera di solidarietà. L’ottica della coppia è poter garantire una vacanza a chi non è potuto mai andare in ferie a causa del denaro.

Recentissima è stata l’ospitalità norvegese presso la casa di una giovane ragazza nei pressi di Stavanger nella parte meridionale del Paese. La casa era stata messa a disposizione dal 25 giugno al 24 luglio 2014 praticamente un mese di vacanze da usufruire gratuitamente.

La ragazza nella sua dimora ha messo a disposizione ogni cosa per i suoi ospiti, dall’offerta di buoni pasto per comprare la spesa, vettura di lusso a disposizione, pacchetto lezioni di surf, ingresso zoo e quant’altro.  La casa è molto grande ed esteticamente mozzafiato.

La domanda che ci poniamo è… ma chiunque può accedervi? O i vacanzieri devono accedere solo se soddisfano dei requisiti? La risposta corrisponde alla seconda. L’unico requisito o meglio gli unici requisiti sono l’essere credenti, dimostrare di avere effettivamente difficoltà economiche, non essere fumatori e non portare animali domestici.

La ragazza in un intervista per un giornale afferma che è stato difficile decidere quale famiglia scegliere tra le tante, sono state inviate e raccontate le storie di vita di codeste famiglie per esplicare il loro problema. A malincuore la ragazza dice che ha potuto ospitare solo una famiglia ma che se avesse potuto ne avrebbe ospitate di più di una.

L’annuncio solidale di offrire la propria casa alle famiglie indigenti è diventata una moda. Anche i personaggi politici ultimamente si sono attivati nell’offrire questa disponibilità portando avanti questa iniziativa.

 

 

 

A chi non piacerebbe poter godere di una vacanza cosi? In Italia quest’opportunità non esiste ancora… chissà se arriverà anche da noi! Se non arriverà? Allora andiamo tutti in Norvegia. 😉

 

 

Potrebbero interessarti anche

1 commento

  1. Articolo molto interessante!
    Sarebbe bello proporre questo progetto nel nostro Paese vista la crisi economica che sta mettendo in difficoltà l’intero popolo…

Comments are closed.