Giorno della memoria: ecco come è nato

Oggi si celebra la Giornata della Memoria. Ma come nasce?

Oggi, 27 gennaio, si festeggia il consuetudinario Giorno della Memoria, per non dimenticare gli orrori dell’olocausto. Ma perché è stata scelta proprio questa data, e come è nato il Giorno della Memoria?

Il 27 gennaio del 1945, le truppe sovietiche arrivarono davanti ai cancelli di Auschwitz, guidati dal maresciallo Ivan Konev. Le truppe fecero la terribile scoperta del campo di concentramento, le porte si spalancarono su tutto l’orrore che si celava al suo interno. Liberarono i superstiti, dopo di che fu rivelato al mondo la raccapricciante storia del genocidio nazista. Fu raccontato al mondo intero di ciò che succedeva all’interno dei lager.

- Advertisement -

10 giorni prima i nazisti si erano ritirati, portando con sé tutti i prigionieri sani all’interno del campo, in una di quelle che erano definite “marce della morte”. Tantissimi dei prigionieri morirono in marcia.

L’Italia ha formalmente istituito il Giorno della Memoria con la legge n.211 del 20 luglio 2000 (pubblicata in gazzetta ufficiale il 31 luglio 2000) alcuni anni prima della corrispondente risoluzione delle Nazioni Unite (1 novembre 2005). 

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.

Avetrana – Qui non è Hollywood

Disney+ ha diffuso il teaser trailer e il teaser poster della nuova serie originale italiana Avetrana – Qui non è Hollywood che sarà disponibile quest’autunno sulla piattaforma...