Gli americani non hanno intenzione di lasciare l’Iraq, ora si teme il peggio

L'inizio del conflitto è concreto

Il Segretario americano alla Difesa, Mark Esper, ha chiarito che non c’è nessuna decisione di alcun genere sul ritiro dall’Iraq. “Non è stata presa nessuna decisione di lasciare l’Iraq. Punto“.

Il Presidente degli Stati maggiori riuniti Mark Milley ha precisato che: “la lettera diffusa è una bozza non firmata destinata al coordinamento e non avrebbe dovuto essere pubblicata“.

Il numero uno dell’esercito Usa, il Generale Seely, aveva annunciato il ritiro delle truppe americane dopo il voto del Parlamento iracheno sullo stop alla presenza di truppe straniere. 

Anche se la lettera è stata pubblicata per mero errore nessuno ha confermato il suo contenuto, anzi è giunta la smentita. Ciò significa che gli USA non hanno intenzione di lasciare l’Iraq nonostante la chiara decisione di questi ultimi, seguita da minacce di ogni genere.

Se questa dovesse essere la decisione definitiva si teme l’inizio di un pericoloso conflitto.