Grecia, Juncker scettico sul referendum

6505363417_5ca0e2d01e_zJean-Claude Juncker è scettico sul risultato del referendum in Grecia.

Il presidente lussemburghese del Consiglio dell’Unione Europea ha detto: “Il popolo greco ha votato no su un testo che non è più sul tavolo. Certamente rispettiamo il referendum ma di «non abbiamo capito che cosa è stato chiesto ai cittadini. Voglio evitare la Grexit, sono contrario, cercherò di evitarlo fino alla fine. C’è chi di nascosto punta sull’uscita della Grecia. In Europa non esistono risposte facili. La commissione Ue farà in modo che riprendano i negoziati”.

Ha poi proseguito Juncker, parlando dei negoziati con la Grecia: “È tempo che torni il buon senso ed è arrivato il momento di tornare a negoziare e di fermare la sparatoria a bruciapelo; è inaccettabile per la Commissione essere chiamati terroristi dal governo greco”.

Loading...

Il politico lussemburghese ha, però, gelato le speranze di chi si aspetta già un accordo sulle riforme della Grecia oggi alla riunione dell’Eurogruppo. Ha detto Juncker: “Dobbiamo trovare una soluzione e oggi cerchiamo di mettere ordine, di ristabilire la fiducia, di riaprire il dialogo e di comprendere le posizioni reciproche. Il governo greco ci deve dire come si vuole districare da questa situazione perché servono proposte concrete e che la situazione non si risolve in una notte”.

Stefano Malvicini

Potrebbero interessarti anche