Hawaii: eruzione del vulcano Kilauea preceduto da un terremoto di magnitudo 6.9

È stato dichiarato lo stato di emergenza

Da 3 giorni è in corso l’eruzione del vulcano Kilauea nell’isola di Leilani, nell’arcipelago delle Hawaii. L’eruzione è stata preceduta da un terremoto di magnitudo 6,9 della scala Richter, il più violento degli ultimi 40 anni. Il servizio geologico Usa ha segnalato che sono state registrate 119 scosse sull’ isola nelle ultime 24 ore.

Lava, cenere e gas tossici schizzano a oltre 70 metri di altezza visibili grazie ai filmati riprese dall’elicottero che sorvola la zona. La lava ricopre attualmente una superficie di 36 mila metri quadrati, continuando la sua discesa distruggendo boschi e terreni e aprendo crepe profonde. La popolazione è stata evacuata immediatamente si contano oltre 1.700 sfollati e 30 case distrutte.

il Kīlauea dal 1983 è uno dei vulcani più attivi al mondo, nelle prossime ore il tragico bollettino potrebbe aggravarsi ha dichiarato il portavoce della contea, Janet Snyder. Gli sfollati raccontano la tragedia Amber Makuakane, 37 anni,  insegnante e madre single di due figli si fa coraggio davanti alle telecamere: “Tutto è iniziato con una fessura che si è aperta in giardino. C’era del vapore, poi il giorno seguente la lava ha raggiunto le camere e coperto l’intera proprietà”, racconta la donna che aggiunge: “Mio figlio continua a chiedermi: “Mamma quando andiamo a casa?”. Un altro sfollato Steve Clappe è scappato insieme a sua madre 88enne malata, spera di ritornare a casa al più presto.  Intanto l’osservatorio sta continuando a monitorare la situazione.

Potrebbero interessarti anche