Il diplomatico cinese Lu Shaye non ha dubbi: “La Cina rimane neutrale ma capisce la posizione russa”

Pechino critica l'espansione della NATO a est

La Cina non intende esprimersi sul conflitto ucraino rimanendo neutrale, ma capisce la posizione russa in merito all’espansione della NATO verso est che avrebbe prima o poi fagocitato la stessa Ucraina. Lo ha detto l’ambasciatore cinese in Francia Lu Shaye in una intervista rilasciata al canale Lci.

La NATO ha rappresentato una minaccia per la sicurezza della Russia per decenni, i cinque round di espansione della NATO verso est rappresentano una minaccia significativa per la sicurezza della Russia. Questo è ciò di cui parla il presidente russo Vladimir Putin; si oppone fermamente all’ inclusione di un certo numero di stati vicini alla NATO, compresa l’Ucraina“, ha detto Lu Shaye, rispondendo a una domanda sulle ragioni dietro l’attuale conflitto in Ucraina.

- Advertisement -

Lei crede che l’espansione della NATO non rappresenti una minaccia per la Russia, ma, quando Khruschev decise di schierare armi nucleari su Cuba, qual è stata la reazione del presidente Kennedy?” dice l’ambasciatore ricordando la crisi missilistica di Cuba. Sul comportamento neutrale della Cina, che non ha preso parte all’invio di armi, l’ambasciatore ricorda: “La Cina rimane neutrale in questa crisi, ma crediamo che le continue spedizioni di armi sempre più pesanti da una parte del conflitto non contribuiscano alla sua rapida conclusione. È come versare olio sul fuoco“, ha affermato. 

Al via Taobuk 2024

Si alza il sipario su Taobuk - Taormina International Book Festival, il festival internazionale ideato e diretto da Antonella Ferrara. Fino al 24 giugno, Taobuk porterà a Taormina...