Incendio ad Atene: oltre 60 morti, 16 bambini in gravi condizioni

Mati è la zona più colpita.

Almeno 60 i morti accertati per un vasto incendio divampato ieri nella zona ovest di Atene. Turisti in fuga, oltre 500 i feriti, 16 bambini in modo grave. Il Governo ha dichiarato lo stato di emergenza e ha chiesto l’aiuto dell’Unione europea. La località di Mati, la più colpita, è praticamente dissolta tra le fiamme. “Sono bruciati terreni boscosi e coltivati, uno dopo l’altro – dicono vigili del fuoco e polizia- E questo dimostra che è impossibile dire che siano casuali“. Il governo greco sospetta che gli incendi siano dolosi, visto che i primi focolai sono partiti da luoghi distanti tra loro. “Nulla resterà senza risposta” ha detto il premier greco Alexis Tsipras, in un discorso alla nazione. Ad alimentare le fiamme, il caldo e il forte vento che non smette di soffiare. I soccorritori hanno trovato i corpi carbonizzati di due donne morte abbracciate ai loro bimbi. Alcune persone hanno cercato di sfuggire alle fiamme via mare, ma una scogliera li ha costretti a tornare indietro per cercare un’altra via di fuga e non ce l’hanno fatta. In 24 ore sono stati registrati 47 roghi. “Ho visto cadaveri, auto bruciate, mi sento fortunata ad essere viva. Mati non esiste nemmeno più come insediamento” ha detto una testimone alla tv greca Skai.

Loading...