Irlanda del Nord: il partito Sinn Fèin è in vantaggio sugli unionisti

Sinn Fèin è in vantaggio sul partito unionista DUP

Venerdì 5 maggio in Irlanda del Nord si vota per rinnovare il parlamento del paese. Secondo gli analisti il partito nazionalista Sinn Fèin potrebbe vincere a sorpresa e superare il partito degli unionisti che a differenza dei nazionalisti sostengono l’adesione al Regno Unito.

In Irlanda del Nord vigono gli accordi di pace del Good Friday secondo i quali in Irlanda dovrebbero esserci due primi ministri, un caso unico in Europa e nel mondo. Il primo di questi è espressione degli unionisti; mentre il secondo esprime le volontà dei nazionalisti.

- Advertisement -

Irlanda del Nord: il partito Sinn Fèin è in vantaggio

Gli ultimi sondaggi danno al partito nazionalista Sinn Fèin oltre il 26% di consensi, mentre il DUP, partito unionista, avrebbe poco più del 18%. Si tratta quindi di un vantaggio non di poco conto tenendo presente che almeno negli ultimi venti anni a governare è stato sempre il partito unionista, quindi fervente sostenitore delle istanze del Regno Unito.

Dal 1998, dalla sottoscrizione degli accordi di Good Friday in Irlanda del Nord vengono nominate due rappresentanti in grado di governare. L’idea alla base era permettere ai leader delle fazioni di non creare troppi problemi all’interno della società nordirlandese, la quale dal 1921 era terreno di grosse spaccature.