Isis, fermate una moglie ed una figlia di al Baghdadi

Al Baghdadi1

A riferire il fatto, è stato il quotidiano libanese As Safir. L’arresto, ha reso noto il giornale, è stato eseguito dai servizi segreti dell’esercito locale “in coordinamento con servizi segreti stranieri”, mentre la seconda moglie del capo dell’Isis, assieme alla figlia di 8-9 anni (non al figlio, com’è stato detto da altre fonti), stava cercando di lasciare la Siria (di cui è originaria) entrando in Libano con documenti falsi. La donna e la bambina sono state portate presso il ministero della Difesa a Yarze, sulle colline a est della capitale Beirut, sulla strada verso il confine con la Siria. Ora è in corso l’interrogatorio dell’una e un test del Dna sull’altra, per capire se si tratti davvero di madre e figlia.

Nell’agosto scorso l’Isis e l’altro famigerato gruppo terroristico siriano, al Nusra, vicino ad al Qaeda, hanno cercato di fare irruzione in Libano, trovando però la strenua resistenza dell’esercito del Paese dei Cedri, e poi si sono ritirati dopo aver rapito una trentina di poliziotti e minacciato di ucciderli, se non verranno rilasciati diversi jihadisti in carcere. Tre ostaggi sono già stati decapitati, rispettivamente due da al Nusra e uno dall’Isis.

Loading...

E’ nota l’identità di una delle mogli di al Baghdadi, Sajaa al Duleimi (entrambi nella foto), “scambiata” alcuni mesi fa da al Nusra con le suore rapite a Maalula per ottenere il suo rilascio da una prigione siriana, ma non è chiaro se la donna fermata sia la stessa.

Dopo la maturità classica, mi sono laureata all'Università Cattolica del Sacro Cuore a Milano in Scienze dell'Educazione, con una tesi in Pedagogia Interculturale dal titolo "Donna e Islam: la questione del velo". Scrivo per diverse testate on-line come "Al-Maghrebiya", "Ebraismo e dintorni", il blog del "Legno Storto" su argomenti riguardanti il mondo arabo e islamico, soprattutto per quanto riguarda la condizione della donna, il Medio Oriente, Esteri, immigrazione e integrazione. Ho scritto due racconti: "Dopo la notte" (Il Filo, 2009) e "Soltanto una donna" (Albatros - Il Filo, 2011).
Potrebbero interessarti anche