Kenya: attentato all’hotel Dusit, diversi morti e feriti

L'assalto è stato rivendicato dal gruppo estremista somalo Al Shabaab

Tre persone sono morte e 14 sono rimaste ferite in un’esplosione avvenuta a Nairobi all’hotel Dusit D2, in un elegante quartiere della capitale kenyana. L’assalto secondo Al Jazeera è stato rivendicato dagli estremisti somali di Al Shabaab.

Secondo i media locali tre uomini armati sarebbero entrati dentro il centro commerciale Westlands, all’interno del quale si trova l’albergo e avrebbero cominciato a sparare all’impazzata, finita la sparatoria i tre sarebbero scappati via. Il commando all’interno dell’albergo avrebbe avuto però altri complici e ostaggi.
Nella zona intorno ci sono stati spari ed esplosioni, diverse auto sono andate in fiamme.

Un addetto che lavora nell’albergo ha dichiarato “C’era una bomba, ci sono un sacco di spari”. Le esplosioni sono state due e sono state avvertite a chilometri di distanza. I conflitti a fuoco tra uomini armati e forze di sicurezza si susseguono a ritmo serrato. Episodi di questo tipo purtroppo non sono rari in kenya, sei anni fa il centro commerciale Westgate, a Westlands venne attaccato dai miliziani di al- Shabaab nel 2013. 67 persone persero la vita. Il Kenya ha iniziato a essere il bersaglio dei jihadisti somali dopo avere inviato il suo esercito in Somalia nell’ottobre del 2011.

Potrebbero interessarti anche