La Nord Corea è passata dalle parole alle minacce

La Corea del Nord sta alimentando la tensione in Asia

Per festeggiare l’anno nuovo, il leader nordcoreano Kim Jong-Un  ha pensato bene di esarcebare gli animi in una delle zone più calde del pianeta. Il Nord, secondo le parole del suo dittatore, dovrebbe prepararsi per il conflitto con il Sud e gli americani e per questo dovrebbe aumentare la produzione di armamenti.

Queste le parole del leader che hanno fatto il paio all’annuncio della costruzione di droni senza pilota e lo sviluppo di capacità di guerra elettronica, nonché il rafforzamento delle forze nucleari e missilistiche.

- Advertisement -

Insomma non si respira una bell’aria al 38esimo parallelo, sopratutto dopo che la Nord Corea ha deciso nei giorni passati di cancellare la propria adesione a un accordo che mirava ad allentare le tensioni tra le due coree.

Da oggi però dalle parole si è passati alle minacce. La Corea del Nord, infatti, ha sparato più di 200 colpi di artiglieria al largo della sua costa occidentale, verso l’isola di Yeonpyeong di proprietà della Corea del Sud.

- Advertisement -

Per fortuna i colpi sono caduti nella zona cuscinetto e nessun civile è rimasto coinvolto ma il gesto, secondo l’esercito della Corea del Sud, è da considerare come una minaccia.