La Tonnara di Bonagia è un museo

ex tonnara e hotel oggi è pronta per essere un luogo di cultura

tonnara di bonagia
tonnara di bonagia

il piccolo borgo marinaro conserva bellezze nel trapanese

Bonagia è a metà tragitto tra Custonaci e Trapani. Essa custodisce una delle tonnare più antiche dell’isola. Luogo affascinante, ricco di storie e di mistero da oggi anche museo.

Nel XIII secolo i normanni descrivevano la Tonnara di Bonagia come uno dei beni appartenenti alla famiglia reale. Ai privati era concesso di esercitare la pesca del tonno sotto governo normanno.

La pesca avveniva tra il mese di aprile e quello di giugno e il nuovo proprietario annuario doveva eseguire una pratica rituale propiziatoria: si doveva entrare nell’edificio aprendo e chiudendo finestre e porte e bisognava salire e scendere le scale. Alcune volte questi buoni auspici si svolgevano in riva al mare: qui il proprietario doveva toccare l’acqua serrando i pugni e lasciava le impronte dei piedi sulla sabbia.

La tonnara dei Lanza di Trabia

Della costruzione originaria è rimasto il grande baglio, dotato di una corte centrale in cui si affacciano costruzioni (ex magazzini, stalle, cucine, forno e mulino), e la Chiesa del SS. Crocifisso.

Nel XVII secolo la tonnara fu acquistata da Donna Caterina Stella, un’abile mercante appartenente alla dinastia dei rais. Sull’imponente torre è stata affissa un’incisione che rimanda al 1626, anno in cui fu ristrutturata a causa dalla violenta incursione dei pirati, e viene descritto quanto segue:

“Era un lunedì di Giugno, quando intorno a mezzanotte 13 galee di corsari provenienti dall’Africa apparvero all’improvviso nel porticciolo di Bonagia. Approfittando della scarsa luminosità della luna che quella notte era nel suo ultimo quarto, arrivarono sino a ridosso della torre di guardia tempestandola con più di 200 cannonate che con un sibilo sinistro si andavano a schiantare su quelle pareti sino ad aprirne una breccia”.

Dal 1621 al 1627 la tonnara era una proprietà della Baronessa Angela La Grua in Fardella, nipote di Donna Laura Lanza. 

La Tonnara di Bonagia ha ospitato numerose personalità tra cui sua maestà Vittorio Emanuele III re d’Italia nel giugno 1922.

La Tonnara-Museo

Il museo nasce grazie all’associazione ‘Salviamo le tonnare‘, fondata da Nino Castiglione, con la voglia di conservare la memoria della storia delle tonnare. Nel progetto è stato inserito il recupero e il restauro delle muciare (le barche usate per la mattanza).

L’inaugurazione è stata fissata per venerdì 26 aprile alle 18:30.

Maria Carola Leone
Maria Carola Leone, classe 1990. Laureata in Lingue e Letterature Moderne dell'Occidente e dell'Oriente - Curriculum orientale (Arabo, Ebraico e Francese) con votazione 110/110 e lode. Parlo correttamente 5 lingue: inglese, francese, spagnolo, arabo ed ebraico.Da sempre sostenitrice dell'arte e della cultura intraprende il suo percorso da culture-teller a 11 anni quando pubblica il suo primo articolo giornalistico sul quotidiano 'La Sicilia'. Continua a scrivere fino a quando nel 2012 entra a far parte della condotta Slow Food 570 diventando Responsabile dei Progetti educativi, editoriali e culturali collaborando attivamente e con serietà al progetto.Attualmente è Docente di Lingue Straniere presso una scuola superiore di Palermo e si occupa di Digital Marketing e Traduzioni.
Potrebbero interessarti anche

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here