L’antologia di Chiara Evangelista Il Talco sulla cenere per i Quaderni del Bardo

Per il Quaderni del Bardo Edizioni esce Il Talco sulla cenere di Chiara Evangelista

L’editore Stefano Donno affida la nascita di un nuovo progetto editoriale dal titolo Nova al giovane grafico Giuseppe Mauro, che vedrà la pubblicazione di volumi di prosa epoesia eleganti nella veste grafica, aperti a nuove latitudini della scrittura narrativa e poetica contemporanea. Si tratta di un momento ulteriore che l’editore Stefano Donno ha ritenuto necessario aggiungere alla sua attività di ricerca costante sul libro e le modalità di portarlo quanto più possibile alla fruibilità e disponibilità totale del pubblico dei lettori. E quale possibilità migliore di farlo se non con Amazon.  Il primo volume è l’antologia completa (con una piccola appendice critica alla fine) dei testi editati di Chiara Evangelista da I Quaderni del Bardo Edizioni ovvero della prima raccolta  “In Medias Res”, di due anni fa, e della seconda, uscita da pochi mesi, “Più probabile che non”.

Il titolo? Il talco sulla cenere

“A chi mi ama per ciò che sono e a chi mi ha sostenuta in questo incipit… In medias res!”. Così si apre la raccolta poetica In Medias Res della leccese Chiara Evangelista. Ogni singola poesia si contraddistingue per l’utilizzo di rime, assonanze e, altre varie figure retoriche, seguite da una metrica che disegna un proprio flow e un mood singolare che appartengono a Chiara in maniera genetica. Questo pamphlet è densissimo di sequenze di versi molto ritmati, incentrati su specificità tecniche come rime baciate, assonanze-consonanze ed allitterazioni. Questi versi vanno scanditi per bene, e quasi sembrano avere una figura ritmica ben precisa come quella del 4/4, tanto queste parole consentono un ascolto lineare, ma soprattutto un approccio semplice ed immediato.”

“La poesia di Chiara Evangelista è fatta da “Una scrittura che si rifiuta alla noia. Il lettore si abbandoni alla continuità alternata alla discontinuità delle sillabe convocatesulle pagine. Penso che in questo libro si assista alla messa in parodia del rapporto tra il linguaggio e la verità. Ne risulta che il lettore viene travolto dalla frenesia festosa insita, ma celata, nel linguaggio comune”. (Dall’introduzione di Tomaso Kemeny)

Biografia di Chiara Evangelista

Chiara Evangelista nasce a Lecce nel 1997. Dopo aver conseguito la maturità classica, intraprende gli studi giuridici presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Cattolica del Sacro Cuore a Milano. Nel 2017 esordisce con la sua raccolta poetica “In Medias Res” per “I Quaderni del Bardo Edizioni”.

Chiara EvangelistaSuccessivamente si cimenta nella prosa e con il racconto “Ridere è un (h)obb(y)ligo”, pubblicato da “Historica Edizioni” nell’antologia “Racconti lombardi”, si aggiudica il primo posto al “Premio Internazionale Sylvia Plath” e il diploma di merito al premio letterario “Milano International”. Con la sua poesia “Status Quo”, passa le selezioni per “Il verso giusto” e ha l’onore di poter declamare i suoi componimenti a “Casa delle Arti-Spazio Alda Merini”, nella cornice di “BookCity17” a Milano. Insieme alla sua casa editrice (“I Quaderni del Bardo Edizioni”), partecipa al “Festival Internazionale della Poesia” di Milano. Nel 2018 la sua raccolta poetica ( “In Medias Res”) è stata tradotta in lingua inglese. Collabora come critica cinematografica e letteraria per la rivista online “Midnight Magazine”.

Per febbraio 2019  è uscita la sua seconda raccolta poetica (“Più probabile che non”, iQdB Edizioni) con prefazione di Tomaso Kemeny e postfazione di Donato Di Poce.

Potrebbero interessarti anche