“Lo splendore di Venezia…” a Brescia

veduti7

Oltre cento opere d’arte provenienti da collezioni pubbliche e private sia italiane che straniere, da Canaletto, Bellotto e Guardi ai più importanti “vedutisti” del XVIII°-XIX° sec. sono esposti a Brescia presso Pal.Martinengo fino al 12 giugno 2016, per celebrare non solo il “vedutismo”, corrente artistica che proseguì per tutto l’Ottocento, ma in particolare la città più unica al mondo, Venezia.

canaletto-bellotto-e-guardi-il-vedutismo-veneziano-in-mostra-a-brescia_187510_big

Loading...

“Luogo incantato,fuori dal tempo, sospeso tra distese di acqua e cielo”, così viene descritto il fascino di questa città, che da secoli continua ad attirare artisti di ogni provenienza,che non potevano andarsene-allora come adesso-senza immortalarne i riflessi dei canali, i particolari dei palazzi e dei ponti che vi si specchiano, o delle magnifiche chiese ricche di opere d’arte,come delle spettacolari viste della laguna, di Canal Grande,dello splendore di piazza S.Marco e molto altro ancora…

image240-1024x642

Così nacque il “vedutismo”, una corrente sorta per soddisfare i grandi viaggiatori e il loro desiderio di portare a casa un’immagine reale e fedele della città come delle altre località più belle d’Italia. Venne così per sempre fissto l’incanto delle luci riflesse nell’acqua, i mirabili ricami delle finestre a bifora degli antichi palazzi affacciati su silenziosi canali, come su Canal Grande,un itinerario che attraversa due secoli passeggiando per Venezia, vista attraverso l’evoluzione della storia dell’arte dal 1700 al 1800: si passa dal Barocco e Rococò al Romanticismo fino ai primordi dell’Impressionismo..

carnevale-di-venezia-2016-info-e-programma_558699

I costumi dell’epoca popolano le tradizionali feste veneziane, come quella del Redentore, della Regata Storica, o del variopinto e vivacissimo Carnevale…La mostra si divide in dieci sezioni a tema, arricchite da una preziosa selezione di vetri di Murano, opera dell’artista Maria Grazia Rosin: tra queste è “Gelatine Lux”, che fu esposta alla 53ma Biennale d’Arte a Venezia.

Tele che ritraggono scene di vita quitidiana vissute tra i campielli e le calli (piazzette e viuzze), completano l’esposizione. Così, anche attraverso la bellezza dell’arte, Venezia continua a vivere…

Grazia Paganuzzi