Metabolismo lento: le abitudini che lo causano e gli alimenti per accelerarlo

Come riattivare il metabolismo lento? Agendo sulle cause e mangiando determinati cibi, ecco quali

Il metabolismo lento è una condizione che impedisce alle persone di perdere peso in modo adeguato, anche a seguito di diete e di esercizio fisico. Oltre all’incapacità di smaltire le calorie in eccesso, il metabolismo lento può causare addirittura un aumento del peso rispetto alla situazione di partenza prima del miglioramento del regime alimentare. 

Le abitudini cause del metabolismo lento

Ma quali sono le cause del metabolismo lento? Il Reader’s Digest ne ha individuate alcune:

- Advertisement -
  • Stress: le persone stressate, è risaputo, tendono a mangiare di più ed ingerire alimenti maggiormente ricchi di grassi. Un accumulo di tali cibi rallenta il metabolismo in modo notevole;
  • Disidratazione: non bere acqua a sufficienza rallenta il metabolismo, poiché causa una riduzione delle energie destinate a bruciare calorie. Pertanto gli esperti consigliano di bere, lontano dai pasti, un minimo di 8 bicchieri di d’acqua al giorno.
  • Orario della colazione sballato: la colazione aiuta il metabolismo a “risvegliarsi”, pertanto è necessario non ritardare l’ora della colazione, e mangiare entro 15 minuti dal risveglio mattutino. Sono sconsigliati i brunch.
  • Mangiare troppi carboidrati: specialmente al mattino, mangiare troppi carboidrati potrebbe essere controproducente. Si consiglia di preferire le proteine, che saziano di più e richiedono maggiore energia per essere digerite, e di conseguenza attivano il metabolismo.
  • Dieta ferrea: un regime alimentare troppo rigido induce l’organismo ad attivare la modalità “compensazione”, che rallenta il metabolismo per preservare le calorie immesse. Per tenere in funzione il metabolismo è necessario mangiare pasti piccoli e frequenti e non scendere mai al di sotto delle 1200 kcal.
  • Sedentarietà: stare troppo tempo seduti rallenta il metabolismo, proprio per questo si consiglia attività fisica o almeno delle passeggiate per sgranchirsi le gambe e di conseguenza attivare le funzioni metaboliche.
  • Consumare troppo alcool: sembrerebbe che due bicchieri di vino siano sufficienti per ridurre la velocità del metabolismo, addirittura del 73%. Pertanto, un consumo eccessivo di alcolici potrebbe ridurre ancora di più le funzioni del metabolismo. 
  • Bere poco caffè: il caffè, se non addizionato di zuccheri, consente di aumentare la capacità del metabolismo a consumare calorie, ma solo temporaneamente.
  • Ridere poco: tra le cause individuate del metabolismo lento, sembrerebbe esserci anche il malumore. La risata, per almeno dieci minuti al giorno, consentirebbe al metabolismo di velocizzarsi e di bruciare calorie.

Cosa mangiare per riattivare il metabolismo: gli alimenti che lo accelerano

Inoltre, per accelerare il metabolismo è necessario assumere determinati alimenti, come indicato dalla dottoressa Elisabetta Macorsini, biologa nutrizionista di Humanitas Mater Domini.

  • Pompelmo: si tratta di un frutto ipocalorico, che contiene naringina, un flavanone che conferisce al pompelmo il tipico sapore amarognolo. Essa aiuta a ridurre colesterolo e trigliceridi.
  • Pesce: per ravvivare il metabolismo occorre consumare almeno 500 mg di omega 3 alla settimana. Per raggiungere questo quantitativo occorre consumare almeno due volte alla settimana del pesce, specialmente tonno, aringa, salmone, sardine.
  • Cibi piccanti: il sapore piccante aumenta la frequenza cardiaca e di conseguenza il metabolismo. Inoltre, la capsaicina, composto chimico che provoca piccantezza, sopprime l’appetito.
  • Prodotti latteo-caseari: i latticini, grazie alle proteine ed il calcio, consentono di sciogliere maggiormente i grassi. Infatti, chi consuma latticini nell’ambito di una dieta ipocalorica generalmente perde maggiormente peso rispetto a chi, nell’ambito della stessa dieta, non li mangia. Ovviamente bisogna scegliere i latticini più “magri” per non vanificare tutti gli effetti benefici degli stessi.
  • Tè verde: se preso senza zucchero, il tè verde è una bevanda priva di calorie che aiuta anche ad eliminare quelle in più. Infatti, il tè è uno dei più famosi acceleratori del metabolismo, grazie all’antiossidante chiamato EGCG, (epigallocatechina gallato). Per ottenere un effetto ancora maggiore, gli esperti consigliano la verietà di tè matcha, che contiene una concentrazione di EGCG almeno tre volte maggiore a quella delle altre varietà di tè verde più comuni.

Star Wars: Young Jedi Adventures seconda stagione

Disney+ ha rilasciato il trailer della seconda stagione di Star Wars: Young Jedi Adventures, la serie originale animata di Lucasfilm che debutterà mercoledì 14 agosto...