Napoli: ragazzino violentato dal branco con un compressore, VIDEO/SHOCK dei parenti dell’aggressore

tristezza

Vittima di violenza inaudita, un ragazzino di 14 anni il quale è stato aggredito e violentato da maggiorenni, nella tarda giornata di martedì, con l’ausilio di un compressore. La vittima ricoverato d’urgenza nell’ospedale di San Paolo a Napoli, versa in gravissime condizioni, ha riportato lesioni multiple al colon.

La vicenda si è consumata a Pianura, dove la vittima ha subito delle brutali aggressioni da parte del branco.

Loading...

Verso le 19 di sera, Salvatore si trovava in un autolavaggio, ancora incerti i motivi della sua permanenza in quel luogo. Ai familiari ha spiegato che dopo essere arrivato all’interno dell’autolavaggio è stato oggetto di una brutale aggressione da parte di un gruppo di giovani.

Dinamica dei fatti:

La dinamica dei fatti, dopo la testimonianza della vittima.Hanno iniziato a prendere in giro il ragazzino sullo stato fisico, definendolo grasso, poi lo hanno improvvisamente bloccato, denudato dei pantaloni, ed usato un compressore per violentarlo. L’arma utilizzata una pistola ad aria compressa. Gli aguzzini gli hanno soffiato dell’aria, provocando al ragazzino profonde lacerazioni e perforazioni all’intestino come indicato nel referto medico. Il giovane versa in gravissime condizioni, dopo l’aggressione.

Colpevoli dell’aggressione:

Un giovane di 24 anni, V.I., è stato fermato per tentato omicidio, mentre i suoi due complici, A.D. e V.E., 30 e 40 anni, sono stati denunciati a piede libero per concorso in tentativo di omicidio, avrebbero partecipato alla presa in giro filmando la violenza con un cellulare. Le forze dell’ordine di Bagnoli sono riusciti ad arrestare i colpevoli, grazie alle dichiarazioni dei familiari del quattordicenne. Quest’ultimi ne hanno avuto conoscenza da Salvatore, il giovane aggredito, che durante il suo trasporto in ospedale è riuscito a dire i nomi dei suoi aguzzini.

Intervista ai parenti dell’aggressore:

Parlano i parenti dell’aggressore di Salvatore, indagato per la violenza sul quattordicenne. Affermano concitamente che si è trattato di uno scherzo finito, purtroppo finito male.
I parenti dell’aggressore lo difendono, precisando che non si è trattato di una violenza sessuale, che è solo un’infamia. Il padre afferma che suo figlio ha accompagnato il ragazzino in ospedale. “Hanno sbagliato e devono pagare, ma non per omicidio, nè per abuso sessuale, sono tutti bravi ragazzi. Non hanno capito che il compressore, con quella potenza, avrebbe fatto danni. Per loro era un gioco”.

VIDEO DEI PARENTI DELL’ARRESTATO:

[youtube 95_TEIX13kA nolink]

Violenza su 14enne, suocera dell’arrestato: “Scherzo banale. Ferite? Colpa della tuta”

GUARDA IL VIDEO DELL’INTERVISTA

Il ragazzino ricoverato all’ospedale San Paolo è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico per perforazioni multiple al colon, le sue condizioni sono migliorate, ma avrà bisogno di un ulteriore intervento chirurgico per la rimozione della borsetta intestinale.

INTERVISTA ALLA MADRE DEL RAGAZZINO SEVIZIATO:

La mamma afferma: “Sedia elettrica per chi ha fatto male a mio figlio”

[youtube N3O_EWYI00Q nolink]
Potrebbero interessarti anche