Omicidio Faenza: Nanni scrive alla figlia dal carcere

Nanni scrive alla figlia dal carcere: "Volevo solo dare una lezione a Ilenia. Non avrei mai tolto la mamma a mia figlia"

Claudio Nanni si trova in carcere da mercoledì scorso, con l’accusa di omicidio pluriaggravato in concorso e, come riporta il suo avvocato, ha voluto scrive una lettera alla figlia Arianna.

Una lettera che suona come una mezza ammissione, ma che al contempo ben si guarda dall’ammettere un omicidio. Una lettera in cui si parla di una semplice “lezione” che voleva dare Nanni alla moglie.

- Advertisement -

“Sostiene che le cose non dovevano finire così” dice l’avvocato, “che le vuole bene che le vorrà sempre bene. Sono le parole di un padre che deve dire alla figlia che in qualche modo è responsabile, anche se non erano quelle le sue intenzioni. Non ha mai pensato di fare uccidere la moglie. Voleva darle una lezione, anche perché Nanni sapeva bene che la prima a rientrare a casa sarebbe stata proprio Arianna, e col bene che le vuole, perché si potrà dire tutto ma non che sia stato un cattivo padre, non avrebbe mai permesso di farle trovare la madre morta”, ha riferito Guido Maffuccini al Corriere di Romagna.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.