Prostituzione, Comune di Roma: inviare a casa le multe (salate) ai clienti

Clienti

La proposta contro la prostituzione nella Capitale è stata annunciata a Radio 24 da Rossella Matarazzo, vicecapo di gabinetto del sindaco Ignazio Marino con delega alla sicurezza. Non è in realtà la prima volta che quest’idea viene avanzata: all’inizio dell’anno lo stesso primo cittadino di Roma aveva parlato della possibilità che i clienti delle prostitute venissero sanzionati con 500 euro, se s’intrattenevano con le lucciole magari in zone frequentate da famiglie. Si era espresso a favore il prefetto Franco Gabrielli, ma rimane contrario il Garante della Privacy.

Altra novità del progetto è che le multe ai clienti verranno utilizzate proprio per il recupero delle vittime della tratta. Anche per la prostituta, in realtà, è prevista una sanzione, ma di valore inferiore.

Loading...
Dopo la maturità classica, mi sono laureata all'Università Cattolica del Sacro Cuore a Milano in Scienze dell'Educazione, con una tesi in Pedagogia Interculturale dal titolo "Donna e Islam: la questione del velo". Scrivo per diverse testate on-line come "Al-Maghrebiya", "Ebraismo e dintorni", il blog del "Legno Storto" su argomenti riguardanti il mondo arabo e islamico, soprattutto per quanto riguarda la condizione della donna, il Medio Oriente, Esteri, immigrazione e integrazione. Ho scritto due racconti: "Dopo la notte" (Il Filo, 2009) e "Soltanto una donna" (Albatros - Il Filo, 2011).
Potrebbero interessarti anche