Protesta dei forconi: prossima marcia su Roma?

manifesto forconi-2

Lunedì scorso è iniziata, già nella notte, la cosiddetta protesta dei forconi, che sta interessando l’intera penisola, da nord a sud. La loro protesta è pacifica e rispetta la legge e certi episodi di guerriglia da stadio e altro sono da attribuire a forze minoritarie che si sono unite alle manifestazioni portandola all’estremo. Il Vicepremier Alfano afferma che “noi siamo per dare supporto a chi protesta pacificamente, ma deve farlo nel rispetto della legge, non consentiremo che le città vengano messe a fuoco. Sono inaccettabili le minacce a commercianti per far chiudere le attività commerciali”. Alfano interviene anche sulla questione dei poliziotti che si sono tolti i caschi mentre la manifestazione era ancora in corso: “un funzionario di polizia, vedendo che il clima stava defibrillandosi e stava venendo meno la tensione, ha detto ai nostri uomini che potevano togliersi il casco e abbassare l’armatura. E loro l’hanno fatto. […] i poliziotti, quanto si sono accorti di «aver davanti un pezzo del corteo che si era staccato dagli oltranzisti ed era lì pacificamente, si sono relazionati con i manifestanti. […] È sempre accaduto che vi fosse una relazione con i manifestanti pacifici”.

Sul caso forconi si sono espressi anche alcuni leader politici: Beppe Grillo,  dall’alto del suo palco chiede a poliziotti e carabinieri di “non difendere i politici dai manifestanti”, appello condiviso anche dal neo segretario leghista Matteo Salvini che preferirebbe che “polizia e carabinieri fossero mandati sulle coste dove ci sono stati altri sbarchi di cui non si parla”, piuttosto che a presidiare i forconi, mentre Silvio Berlusconi auspica che il governo convochi le associazioni di categoria.

Loading...

Se lunedì uno dei leader del movimento, Calvani, affermava che se mercoledì – cioè oggi – si fosse votata la fiducia al governo, “ci organizzeremo per marciare su Roma”; ma  Mariano Ferro, un altro dei leader del movimento dei forconi, posticipa a data da destinarsi l’idea di una manifestazione nella città: “Non è il momento della marcia su Roma, ci sarà, stiamo stabilendo quando, ma la faremo con nonne e bambini. Sarà una manifestazione democratica e pulita”. Non ci resta che attendere.