Ritrovato il cadavere del piccolo spagnolo scomparso

Giaceva senza vita nel baule dell'auto della compagna del padre.

Si è spenta stamattina l’ultima speranza di una nazione intera.E’stato ritrovato senza vita il corpo del bambino di otto anni che il popolo spagnolo cercava disperatamente da una settimana.La vittima è Gabriel Cruz Ramirez,scomparso nel suo paese natio in pieno giorno,nel tragitto che l ‘avrebbe dovuto portare a casa del cugino.

Non è mai arrivato a destinazione Gabriel,sembra essersi volatilizzato nel nulla.

Corpi speciali e unità cinofile hanno scandagliato il percorso invano. Gli appelli dei Ministri spagnoli e le numerose manifestazioni popolari, hanno tenuto la fiamma della speranza accesa, fino al macabro ritrovamento stamane.

Giaceva senza vita nel baule della macchina guidata dalla compagna del padre.Su di lei,Ana Quezeda dominicana di 35 anni,da tempo si nutrivano sospetti.

Un fatto aveva  scosso gli inquirenti:la dominicana in fase di ricerche nei pressi di una radura, aveva ritrovato la maglia bianca appartenente al bimbo ma la zona era stata appena setacciata da altri uomini che non avevano scovato nulla.Questo aveva fatto balenare il sospetto che la maglia fosse stata posizionata lì successivamente per depistare le indagini.

Stamattina la storia si è conclusa nel peggiore dei modi con la triste certezza che il bimbo non tornerà mai più dai suoi cari.Restano da accertare colpe e dinamiche.Infatti nonostante la prova schiacciante la donna ha prontamente dichiarato di non aver usato lei la macchina e di voler bene al piccolo Gabriel.Saranno le indagini a far luce sulla vicenda e stabilire chi sia il colpevole dell’efferato delitto.

 

Potrebbero interessarti anche