S.Maria di Castello: a Genova

Un complesso monumentale ricco di arte nel sito più antico della città

Ci troviamo nel cuore più antico della città. Risalendo lungo stradine e scalette, si raggiunge il complesso monumentale di S.Maria di Castello, che comprende una basilica romana, il convento annesso e il museo. Si tratta di un centro ricco di opere d’arte di varie epoche, situato nella zona di primo insediamento della città, al di sopra della costa del porto antico.

Le opere d’arte

La facciata della chiesa è in stile romanico, come il campanile e l’impianto dell’interno a tre navate. Qui, sulle cappelle laterali si possono distinguere cicli di affreschi realizzati da artisti di scuola genovese, mentre nel primo chiostro si trova un magnifico dipinto rinascimentale del Quattrocento, l’Annunciazione, di Giusto da Ravensburg.

Altre opere d’arte e una serie di icone russe si ammirano nel museo, ospitate nei tre chiostri e in alcune aree del convento. Sul luogo dove sorse S.Maria di Castello, un tempo si trovavano fortificazioni romane e bizantine. Nel 658 poi per volontà del re longobardo Ariberto sorse un primo luogo di culto, che nel XII° sec. fu ricostruito come una basilica romanica.Vicino c’era già il Palazzo Vescovile, che rappresentò per secoli  il simbolo del potere militare e religioso della città.

Intorno alla metà del Quattrocento, il complesso fu ceduto ai Domenicani, divenendo meta di letterati e scrittori, mentre il convento  venne pian piano ampliato. Grazie ad un recente restauro la  decorazione della “controfacciata” ha ritrovato il suo aspetto originario.

Grazia Paganuzzi

Avatar
Sono una giornalista pubblicista dal 1991 laureata in Pedagogia, specializzata in turismo culturale: antichi centri storici e borghi d'arte, residenze d'epoca, castelli, mostre d'arte, storia e musica... Ho viaggiato in Italia, Area Mediterranea, Europa e Centr'America. Ho un mio sito: "voyagedart.com".
Potrebbero interessarti anche