Salvador Dalì in mostra tra i sassi di Matera

Dal 2 dicembre 2018 l’esposizione con 200 opere all’interno di due chiese rupestri

È l’artista dai baffi lunghi e sottili che volevano imitare il grande maestro Diego Velasquez. Salvator Dalì non è sicuramente un artista discreto e introverso e forse per questa motivazione è riuscito a brillare all’interno del panorama artistico internazionale del XX secolo. Il suo mondo introspettivo danzava tra l’immaginario onirico, ovattato e surreale della realtà e della finzione. I suoi orologi si sciolgono con il calore del sole, i gatti volano e gli animali selvatici hanno delle zampe lunghissime e sottili.

Dalì è considerato per via di queste eccentricità l’esponente per eccellenza del Surrealismo non solo nella pittura ma anche nella scultura, fotografia, designing e sceneggiatura.

Il tempo fugace che passa velocemente, il contenuto molle degli oggetti, la scienza e la religione e il surrealismo: sono questi i punti focali che caratterizzano la mostra “La persistenza degli opposti” di Salvador Dalì presso le chiese di San Nicola dei Greci e Madonna delle Virtù a Matera. L’esposizione è stata inaugurata il 2 dicembre e sarà visitabile fino al 30 novembre 2019. L’incantevole Basilicata per quasi un anno sarà un vero e proprio teatro dell’arte surrealista contemporanea.

La rassegna annovera 200 opere autentiche e certificate in dimensioni e fattura differenti. È stato creato un percorso tematico che studia la psicologia e l’ispirazione dell’artista spagnolo. Sono presenti anche tre sculture monumentali, in bronzo, collocate nei rioni Sassi e in centro città. La mostra raccoglie anche ologrammi, realtà virtuali, 3D, video mapping e molto altro.

Maria Carola Leone
Maria Carola Leone, classe 1990. Laureata in Lingue e Letterature Moderne dell'Occidente e dell'Oriente - Curriculum orientale (Arabo, Ebraico e Francese) con votazione 110/110 e lode. Parlo correttamente 5 lingue: inglese, francese, spagnolo, arabo ed ebraico. Da sempre sostenitrice dell'arte e della cultura intraprende il suo percorso da culture-teller a 11 anni quando pubblica il suo primo articolo giornalistico sul quotidiano 'La Sicilia'. Continua a scrivere fino a quando nel 2012 entra a far parte della condotta Slow Food 570 diventando Responsabile dei Progetti educativi, editoriali e culturali collaborando attivamente e con serietà al progetto. Nello stesso periodo, oltre a continuare gli studi accademici, si occupa di giornalismo ricoprendo il ruolo di Caporedattore per la rivista online 'Sicilia del Gusto' e inizia sempre nello stesso periodo la carriera di speaker radiofonica. Proprio quest'ultima riscuote molto successo nel territorio palermitano, l'appuntamento domenicale (dalle 10.00 alle 11.00) viene apprezzato anche sul territorio nazionale ed internazionale in streaming. Successivamente collabora per riviste culturali siciliane, redige prefazioni di libri, si occupa di traduzione e interpretariato per enti privati e ultima gli studi accademici nel marzo 2017. Prosegue con successo la sua attività radiofonica collaborando per una Web Radio Romana, divenendo anche Responsabile dell'Ufficio Stampa, caporedattrice della Radio assumento un ruolo dirigenziale. Attualmente è candidata nella 'Categoria Speaker Femminili' al Web Radio Festival. Dal mese di settembre 2017 ha aperto un canale su Youtube di viaggi in cui racconta le bellezze artistico-culturali ed enogastronomiche italiane con un ampio focus sulla sua terra: la Sicilia.
Potrebbero interessarti anche