Sanremo, paga multa con pos ma gli addebitano 5 euro

Sanremo, un commerciante ha pagato alla Stradale una multa con pos, ma gli hanno addebitato 5 euro: "E pensare che era stata fatta polemica per la gelateria che chiedeva 50 centesimi".

Un commerciante ha pagato alla polizia stradale una multa col pos ma l’uomo si è trovato addebitati cinque euro di commissione. È avvenuto a Sanremo. L’uomo ha raccontato sui social la sua storia, spiegando: “Ricordate le polemiche per la gelateria che chiedeva un supplemento per il pagamento tramite bancomat/pos? Oggi ho pagato direttamente agli agenti della polizia una multa con il bancomat. Rispetto all’importo della multa, causa pagamento con bancomat, mi hanno applicato una commissione pari a 5 euro. È un mondo meraviglioso“.

Il commerciante sanremese ha dichiarato che era stato avvisato dagli agenti dell’addebito, ma ha voluto controllare di persona la cosa. L’uomo si è lamentato definendo vergognosa la vicenda. Ha spiegato di aver messo effettivamente la sua auto in un luogo dove vige il divieto di sosta per qualche minuto. Aveva avvertito agli agenti che stava andando via, ma ciò non è bastato a evitarsi una sanzione.

- Advertisement -

Sanremo, paga la multa col pos, addebito di 5 euro: “Cosa ridicola”

Il commerciante ha rilasciato un’intervista a Sanremonews.it raccontando della disavventura capitatagli. L’uomo, dopo aver preso la multa, ha chiesto agli agenti: “Eh va beh, la pago subito col bancomat è possibile? ‘Certo è possibile– mi hanno risposto – ma guardi che c’è una commissione di 5 euro’. A questo punto, incredulo, ho voluto provare il brivido di verificare se questa cosa ridicola fosse vera, nonostante l’avvertimento. Era tutto vero“.

Il commerciante: “È vergognoso”

Il commerciante ha dichiarato di aver preso a nolo il pos e di pagare giustamente le spese. So è inoltre domandato se è normale “che lo Stato da una parte chieda ai cittadini di ricevere il pagamento con il pos senza addebiti e dall’altra imponga il pagamento di quella che è una tassa?”. L’uomo ha aggiunto evidentemente scocciato della situazione: “Questa cosa è vergognosa, mi fa arrabbiare“.

- Advertisement -

La pubblicazione del post

Riguardo alla pubblicazione del post in cui il commerciante ha reso nota la sua storia, lo stesso ha spiegato di averlo fatto affinché la notizia possa essere conosciuta e diffusa, visto che “vogliono portarci tutti a pagare con il pos”. L’esercente he concluso augurandosi che la polizia di stato riesca a far pagare le commissioni senza alcun addebito. Si ricorda l’episodio accaduto a Milano qualche giorno fa quando un tassista ha rifiutato il pagamento di alcuni turisti tramite pos, rompendo gli oggetti dei clienti e scappando via con le portiere aperte.