Sicilia e Sardegna rischiano la zona gialla già a fine agosto

La Sicilia in zona gialla già da dopo ferragosto?

Solo due mesi in zona bianca e la Sicilia rischia già un nuovo passaggio in gialla, a causa dell’aumento dell’occupazione delle terapie intensive e dei posti letto. Un nuovo scenario potrebbe ora far ritornare alla zona gialla l’Isola. Stessa situazione per la Sardegna.

In zona gialla non è prevista la reintroduzione del coprifuoco, ma ritorna l’obbligo di indossare mascherina anche all’aperto. Variano anche le regole per i ristoranti: mentre in zona bianca il limite di persone sedute allo stesso tavolo è di sei al chiuso, e libero all’aperto, in zona gialla, invece, la soglia è di quattro persone, sia per i tavoli all’interno dei locali ma anche fuori. Nessun limite di spostamento, invece, dentro e fuori dalle Regioni.

- Advertisement -

Attualmente i posti letto occupati nei reparti ordinari sono del il 13,3%, mentre quelli in terapia intensiva il 7,4%. I nuovi parametri prevedono che raggiunta la soglia del 10% di occupazione nelle terapie intensive e il 15% dei posti letto in ricovero ordinario, si passi automaticamente in zona gialla. Se le percentuali dovessero essere raggiunte entro giovedì 12 agosto, la Sicilia cambierebbe quindi colore a partire dal lunedì successivo. Stessa cosa per la Sardegna, che si trova già all’11% di occupazione.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.