Statte – Approvato il regolamento comunale di gestione del compostaggio domestico

Il comunicato del Presidente Andrisani

In Consiglio Comunale, cinque punti all’ordine del giorno votati all’unanimità

La nota stampa del Presidente della Commissione Ecologia, Daniele Andrisani

Si è svolto presso la Biblioteca comunale Matteo Mastromarino di Statte il Consiglio Comunale. Cinque i punti all’ordine del giorno, tutti votati all’unanimità dall’Assise comunale. Tra i punti in discussione, la variazione del programma triennale di opere pubbliche a seguito del finanziamento di € 500.000,00 ricevuto dalla Regione Puglia con bando regionale e presentazione del relativo progetto ” Community Library” arrivato sesto in graduatoria, per acquisti di Servizi e forniture inerenti la Biblioteca; tematica che è stata argomentata dall’Assessore alla cultura Debora Artuso.

Per quanto concerne, invece, il punto inerente il Regolamento del centro sociale per anziani – importante per eleggere il coordinatore – ha relazionato il Consigliere Stefania Caputo. L’Assessore alle attività produttive, Armando Grassi, ha proferito su un altro tema importante, ovvero: lo spostamento del mercato di Via Albinoni e via Galuppi (zona economica mercato coperto).

Il quinto e ultimo punto relativo all’approvazione del Regolamento comunale di gestione del compostaggio domestico è stato relazionato dal Presidente della Commissione Ecologia, Daniele Andrisani che, durante la doverosa premessa, ha colto l’occasione per ringraziare l’Assessore al Bilancio e ai Tributi, Mina Luccarelli, per aver fortemente voluto l’introduzione di questo nuovo regolamento e tutta la Commissione per il contributo dato alla stesura dello stesso, il quale va nella direzione di agevolare ancora di più tutti i cittadini che vorranno e potranno avere ulteriori sgravi nel pagamento della Tari.
L’appropriazione di questo regolamento è doveroso in quanto consequenziale alle modifiche di regolamento IUC che sono state approvate nelle precedenti sedute consiliari, le quali prevedono una riduzione del 30% della quota variabile TARI per coloro che utilizzano la compostiera.

Tra gli obiettivi del regolamento – continua Daniele Andrisani – abbiamo:
》Sensibilizzazione del cittadino;
》Meno produzione dei rifiuti;
》Meno costi di smaltimento in discarica (sappiamo benissimo quanto gli altissimi costi di smaltimento di organico in discarica incidono nel bilancio dell’ente e nelle tasche dei cittadini).
Per poter aderire all’elenco degli autocompostatori i cittadini dovranno chiaramente avere dei requisiti così come descritto nell’articolo 3 del Regolamento che recita testuali parole – di seguito riportate:
Possono aderire all’elenco comunale degli autocompostatori i titolari di utenze domestiche, relativamente all’abitazione principale ed all’abitazione secondaria (nel caso in cui non sussistano i requisiti per usufruire dell’agevolazione sull’abitazione principale) purché dispongono a qualunque titolo idoneo nel territorio di Statte, di un’area idonea dove smaltire il compost auto-prodotto a condizione che la superficie sia almeno di 20 metri quadri. È necessario che i titolari di utenze domestiche sopra indicati:
》Si trovino nelle condizioni indicate nel presente Regolamento;
》Si impegnino a non conferire al circuito di raccolta comunale (porta a porta isola ecologica) i rifiuti organici provenienti dalla cucina e/o dalle attività di giardinaggio della propria utenza;
》Accettino integralmente il presente Regolamento.
Le modalità di compostaggio consentire sono diverse come descritto nell’ articolo 6:
》Compostiera acquistata dal privato utente ovvero ricevuta in comodato d’uso gratuito dal Comune di Statte;
》Compostiera fai da te ;
》Cassa di autocompostaggio;
》 Buca o cumulo nel terreno;
》 Compostiera elettromeccanica.
Loading...

Altro aspetto importante del Regolamento sono i controlli e le sanzioni per i cittadini che non rispettano le procedure di compostaggio, così come spiegato nell’articolo 13:
In caso di revoca dei benefici fiscali per accertare violazioni delle norme del presente regolamento, si procederà al recupero delle somme non versate ed all’applicazione della sanzione secondo quanto disposto in merito dal Regolamento IUC vigente ed è disposta inoltre la cancellazione dell’ utente dall’Elenco Comunale degli Auto compostatori.

Al fine del riconoscimento della riduzione – continua Andrisani – il termine ultimo entro cui presentare l’istanza ai fini della riduzione Tari per la pratica del compostaggio domestico è quello del 31 dicembre di ogni anno per ottenere il beneficio della riduzione per l’anno successivo per il solo anno 2018 l’istanza potrà essere presentata entro e non oltre il 31 maggio per le annualità successive a quella di prima applicazione del bonus economico le stanze si considerano valide sino presentazione di eventuali comunicazione di rinuncia ovvero fino a revoca conseguente alla procedura di controllo di cui all’ Art. 14 del presente regolamento.

Un atto importante – conclude Daniele Andrisani – il quale si annovera ai numerosi atti che questa Amministrazione ha voluto attuare per alleviare le tasche dei cittadini; parlo – specifica Andrisani – della riduzione del 10% sulla TARI, della riduzione applicabile per fasce di reddito, dell’aumento del numero di rate da 4 a 6 per fare la possibilità al cittadino di poter spalmare il più possibile la tassa e non ultimo il provvedimento fatto lo scorso anno, dove i cittadini che volessero prendere in adozione un cane dal canile convenzionato DAC hanno la possibilità di avere uno sgravio del 50% al 70% sulla tassa.