Taranto – Incendio, chiosco distrutto (Foto); Sinistro stradale in via ancona (Foto); Torricella – Maltrattamenti in famiglia;

Le notizie di oggi

Incendio distrugge chiosco dinanzi a una nota pescheria

La notizia

Le fiamme hanno completamente distrutto un chiosco in Via Cesare Battisti dinanzi a una nota pescheria.

INCENDIO DISTRUGGE CHIOSCO DINANZI ALLA PESCHERIA (FOTO)

L’episodio si è verificato poco prima delle 5, sul posto sono intervenute due squadre dei Vigili del Fuoco il cui intervento non ha impedito che il fuoco divorasse la struttura in legno. Sarebbe stata accertata la natura dolosa dell’incendio, ignoti hanno cosparso liquido infiammabile per poi dare fuoco.

Avviate le indagini

Intervenuta anche una pattuglia della Polizia, sono state avviate le indagini per tentare di risalire agli autori del gesto.

Si ringrazia Francesco Manfuso per la gentile concessione fotografica

 

Sinistro stradale in via Ancona, auto si ribalta, due feriti

PAURA IN VIA ANCONA, AUTO SI RIBALTA: DUE FERITI (FOTO)Un pauroso sinistro stradale è avvenuto, poco prima delle 21 di mercoledì 11 aprile, in via Ancona a Taranto. Un’auto (Fiat Marea Station Wagon di colore blu) si è ribaltata, da accertare le cause che hanno provocato il sinistro. Il bilancio è di feriti.

Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia di Stato e i sanitari del 118.

Torricella – Calci e pugni al padre, finisce in carcere – La nota stampa

Maltrattava il padre e la madre. I Carabinieri arrestano, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere un 42enne del posto.

I Carabinieri della Stazione di Torricella hanno arrestato, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Taranto, Dr. Benedetto RUBERTO, su richiesta del Sostituto Procuratore, nella persona della D.ssa Rosalba LOPALCO, un 42enne censurato del luogo.

Nel mese di gennaio u.s., presso il Comando Stazione Carabinieri di Torricella, il padre del 42enne presentava una querela nei confronti di quest’ultimo. L’uomo riferiva che il figlio, in preda ai fumi dell’alcol, era solito riversare la propria rabbia sugli anziani genitori, precisando che l’ultimo episodio si era verificato il 7 gennaio scorso, quando lo aveva aggredito con calci e pugni, procurandogli lesioni guaribili in pochi giorni.

I militari operanti, durante l’attività d’indagine, a seguito della denuncia presentata dalla vittima, raccoglievano gravi indizi di responsabilità a carico del 42enne, già arrestato in passato per lo stesso reato, che consentivano all’A.G. procedente di emettere l’odierno provvedimento cautelare.

L’uomo, condotto in caserma, dopo le formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Taranto.

Potrebbero interessarti anche